MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

L’opposizione sullo sblocco dei crediti edilizi

Mangialardi: "la Regione tuteli i marchigiani"

2.513 Letture
commenti
Maurizio Mangialardi
Il recente parere del Ministero dell’Economia e delle Finanze che ha certificato la validità e la bontà della legge regionale della Basilicata n. 20/2023 finalizzata allo sblocco dei crediti edilizi elimina finalmente ogni ambiguità e ogni perplessità: i crediti possono essere acquistati da enti pubblici economici regionali e società partecipate.

Il Gruppo Consiliare del PD Marche e quello del Movimento 5 Stelle sollevano da mesi questo tema: sia con atti ispettivi, che con proposte di legge.
Già attraverso la mozione n. 354/23 proponevamo di far ripartire le cessioni dei crediti, ma la destra marchigiana bocciò questa proposta, dimostrando tutto il suo disinteresse e insensibilità verso la condizione difficilissima dei soggetti coinvolti dai provvedimenti scellerati del governo Meloni.
Abbiamo depositato proposte di legge, sia a firma PD, sia a firma M5S. La PdL n. 207/23, in particolare, prende spunto proprio dalla legge regionale lucana ora dichiarata conforme al dettato costituzionale dal MEF.
Invitiamo il Presidente della Prima Commissione Marinelli a calendarizzare immediatamente la discussione di questa proposta per giungere a una rapida approvazione in Consiglio: le famiglie, le imprese, i professionisti non possono più attendere!
Ricordiamo ad Acquaroli e alla sua maggioranza che i marchigiani li hanno eletti non difendere i loro interessi, non quelli di Giorgia Meloni. Se il governo prende decisioni ingiuste gettando sul lastrico famiglie, imprese e fornitori, le Regioni, come fatto coraggiosamente in Basilicata dal Presidente Vito Bardi (peraltro a capo di una giunta di centrodestra), dovrebbero cercare di rimediare agli errori, e non fare gli avvocati d’ufficio di cause indifendibili.
Da
Maurizio Mangialardi
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!