MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Ciclismo, il 27 e 28 maggio appuntamento con la “Due Giorni Marchigiana”

Si svolgerà a Castelfidardo, toccando però anche i territori comunali di Loreto e Recanati

3.119 Letture
commenti
Ciclismo

Per due giorni, il 27 e 28 maggio prossimi, Castelfidardo (AN) sarà il circuito di un evento sportivo internazionale che interesserà anche i Comuni di Loreto e Recanati per la 41a edizione della “Due Giorni Marchigiana”. Una manifestazione ciclistica di grande tradizione che ha laureato campioni del talento di Bugno, Fondriest, Cipollini e molti altri.

L’evento ciclistico, organizzato dallo Sporting Club S. Agostino, ritorna dopo 16 anni a essere internazionale: una scelta fortemente voluta dal presidente Bruno Cantarini che, insieme a Luciano Angelelli e Albino Cittadini, hanno deciso di ritornare ai fasti di un tempo per quella che è diventata una classica del ciclismo dilettantistico.

Anche per questo la “Due Giorni” è stata riconosciuta quest’anno tra i grandi eventi sportivi della Regione Marche. “Abbiamo voluto inserire questa manifestazione tra i grandi eventi sportivi del 2023 – ha evidenziato l’assessore regionale allo Sport, Chiara Biondi nel corso della conferenza stampa di presentazione avvenuta oggi in Regione – perché abbiamo colto, grazie alla collaborazione con il Coni regionale, un valore che va al di là del semplice evento sportivo, pur di grande importanza, per diventare uno strumento di promozione turistico-culturale di un territorio bellissimo, ricco di paesaggi, tradizioni locali e imprenditoriali molto significative. Un grazie a tutti gli organizzatori ma anche ai volontari e alle tante associazioni che supportano questo evento con il loro impegno”.

Anche il consigliere regionale Mirko Bilò, tra i promotori della manifestazione, ringraziando l’assessore Biondi per il sostegno alla gara, ha rimarcato come questa “due giorni storica sia nel cuore degli appassionati e come da sempre sa lanciare protagonisti del Ciclismo internazionale e premiare i talenti. E vorrei ricordare in questa occasione un talento puro come Michele Scarponi, figlio di questa terra”.

Al via di questa 41a edizione saranno al massimo delle 176 unità, in rappresentanza di 33 formazioni (8 quelle straniere e le restanti 25 italiane). Come ha spiegato Bruno Cantarini – “patron” della gara e animatore da sempre – saranno due gare: una per scalatori e una per velocisti e siamo molto orgogliosi dell’interesse già suscitato, visto il grande numero di iscrizioni anche dall’estero. Posso annunciare che dal prossimo anno la partenza sarà dalla Piazza del Santuario di Loreto a suggellare ancor più l’internazionalità dell’evento”.

Anche il sindaco di Castelfidardo Roberto Ascani ha ringraziato la Regione Marche per il sostegno: “È anche questo motivo di orgoglio per la città e per un territorio da sempre vocato al ciclismo e alla tradizione sportiva che è propria delle Marche. In tutte le altre edizioni ho solo ricevuto complimenti per l’organizzazione impeccabile, per l’ospitalità e per le bellezze paesaggistiche che non sono scontate in gare come questa”.

Il direttore organizzativo della gara e già del Giro D’Italia, Raffaele Babini ha parlato di “etichetta da grandi eventi, di valore aggiunto, con 800 persone al seguito, per un territorio come quello marchigiano che vanta una vocazione ciclistica di grande rilievo. È una gara – ha detto – che si avvicina più al semi professionismo che non al dilettantismo, sia per i bei percorsi che per la grande organizzazione. Una gara che mette in condizioni gli atleti di mostrare il vero valore”.

Il presidente del Comitato regionale del Coni, Fabio Luna ha sottolineato “la grande collaborazione fra istituzioni, società sportive, enti locali per una gara che si è aperta ai territori limitrofi per crescere, con l’obiettivo non solo tecnico- sportivo, ma per incrementare un indotto di profilo turistico e culturale”.

Lino Secchi, presidente del Comitato regionale della Federazione Ciclistica Italiana ha ricordato come “i giovani ciclisti crescono con l’ambizione e l’obiettivo di partecipare a questa “Due giorni” che vivono come un lasciapassare per arrivare al professionismo”.

A dar lustro al parterre la presenza di formazioni di assoluto livello: fra le straniere l’Astana e l’americana Team Skyline; fra le italiane la Zalf, la Colpack, la Biesse Carrera, la Onec Team. Tra i premi ai primi classificati, oltre a coppe e premi in denaro, anche strumenti musicali prodotti a Castelfidardo.

Ecco il calendario completo e le schede tecniche

Sabato 27 maggio

GRAN PREMIO SANTA RITA (Trofeo Foridra)

Caratteristiche del percorso

La gara si sviluppa su due circuiti, di cui il primo pianeggiante di km 5,9 da ripetere 14 volte con ampie carreggiate che presentano diverse rotatorie.

La corsa entra nel secondo circuito ondulato di km. 12,9 da ripetere 7 volte che comprende una salita di km. 2 con una pendenza max del 8 % che porta al traguardo.

I corridori dovranno coprire in totale 172,2 km. in un percorso adatto agli scalatori.

Partenza ore 13:00. Arrivo previsto a S. Agostino intorno alle ore 17/17:15.

Dati storici

Il Gran Premio Santa Rita nasce nel 1979 come gara internazionale per dilettanti. Dall’81 prende la denominazione di “Due Giorni Marchigiana”, diventando una classica del ciclismo dilettantistico. Resterà internazionale fino al 2000.

Poi, per ben 6 edizioni (dal 2001 al 2006) si rivolge al mondo del Professionismo.

Dopo questa parentesi, dal 2007 il consiglio direttivo dello Sporting Club S. Agostino decide di organizzare l’evento rivolto al dilettantismo nazionale.

Dopo 16 anni torna gara Internazionale per dilettanti.

La gara è aperta ad atleti Under23, Elite e squadre Continental sia italiane che estere.

Domenica 28 maggio

TROFEO CITTA’ DI CASTELFIDARDO (Trofeo Cisel)

Caratteristiche del percorso

La gara si svolge su un circuito pianeggiante di km. 22,800 da ripetere 8 volte su ampie carreggiate con numerose rotatorie con il fondo stradale in buone condizioni. La gara interesserà oltre Castelfidardo, i territori di Loreto e Recanati.

Appuntamento ideale per velocisti.

Partenza alle ore 13:00. Arrivo previsto alle 17/17:15.

Dati storici

Il “Trofeo Città di Castelfidardo” nasce nel 1981 e dà vita, insieme al “Trofeo Santa Rita” alla “Due Giorni Marchigiana”, oramai considerata una classica del ciclismo dilettantistico. Dagli esordi fino al 2000 è sempre stata classificata internazionale. Poi, per ben 6 edizioni (dal 2001 al 2006) si è rivolta ai Professionisti.

Dal 2007 la gara si è rivolta al dilettantismo nazionale. Quest’anno torna Internazionale.

FORMAZIONI PARTECIPANTI

STRANIERE

ASTANA QAZAQSTAN TEAM (KAZ)

TEAM SKYLINE (USA)

HRINKOW ADVARICS CYCLEANG (AUT)

ZAPPI RACING TEAM (GBR)

ARA SKIP CAPITAL (AUS)

TUFO PARDUS PROSTEJOV (CZE)

UC MONACO (MCO)

VELO CLUB MENDRISIO – IMMOPROGRAMM (CHE).

ITALIANE

ZALF EUROMOBIL DESIREE FIOR

TEAM COLPACK BALLAN

BIESSE – CARRERA

ONEC TEAM

CTF

U.C. TREVIGIANI ENERGIAPURA MARCHIOL

TEAM TECHNIPES#INEMILIA ROMAGNA

FUTURA TEAM

GALLINA ECOTEK LUCCHINI

HOPPLA’ – PETROLI FIRENZE – DON CAMILLO

MG. KVIS – COLORS FOR PEACE

WORK SERVICE GROUP VITALCARE VEGA

VELO RACING PALAZZAGO

VPM MORETTI SCS

CALZATURIERI MONTEGRANARO AT

D’AMICO AREA ZERO PRO TEAM

GENERAL STORE

CAMPANA IMBALLAGGI GEO&TEX TRENTINO

GS MALTINTI LAMP. BANCA CAMBIANO

SOLME – OLMO

TRENTINO CYCLING TEAM U23

TEAM GAIAPLAST BIBANESE

SIAS RIME

ASD G.C. SISSIO TEAM

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!