MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Astaldi, le associazioni imprenditoriali sostengono i creditori

Non escluso un atto di citazione per risarcimento danni da parte degli stessi creditori

1.455 Letture
commenti
Tavolo sulla crisi Astaldi

Le organizzazioni imprenditoriali delle Marche Confartigianato, Confindustria, Ance e Confartigianato Trasporti sostengono la posizione del coordinamento dei creditori dell’Astaldi relativamente al blocco dei cantieri sulla SS 76.

Le imprese facenti parte del comitato creditori di Astaldi mantengono la posizione di non riprendere i lavori fino a quando non verrà costituito il tavolo presso il Ministero.

Il comitato dei creditori minaccia ulteriori proteste se non verrà trovata una soluzione al pagamento dei lavori fatti e dei servizi forniti, pari a 40 milioni.

I creditori ribadiscono che la situazione creatasi sulla Ancona Perugia e sulla Pedemontana è eccezionale ed in quanto tale servono provvedimenti ed atti straordinari.

Al fine della ripresa dei lavori è consentito alla Stazione Appaltante di pagare direttamente alle imprese subaffidatarie il corrispettivo delle opere che saranno eseguite per l’ultimazione del cantiere; corrispondere direttamente alle imprese subaffidatarie già titolari di contratti le somme maturate per gli stati di avanzamento lavori non corrisposti dal Contraente Generale e/o dai suoi affidatari a causa dell’intervenuta procedura concorsuale, anche trattenendo le stesse da quanto dovuto, a qualsiasi titolo, al Contraente Generale medesimo.

Nel caso non venissero accolte queste richieste i creditori sono pronti a notificare a Quadrilatero spa ed all’Anas in qualità di socio di maggioranza un preavviso di atto di citazione contenete una richiesta di risarcimento danni.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!