MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

“L’autotrasporto marchigiano è al collasso”

Il grado d'allarme di Confartigianato

2.765 Letture
commenti
Confartigianato Autotrasportatori
“Sta diventando insostenibile il trasporto delle merci, anche di quelle essenziali. L’autotrasporto è al collasso”. 

Questo il grido di allarme che il Presidente di Confartigianato Trasporti Marche Elvio Marzocchi  lancia al Governo, raccogliendo le centinaia di segnalazioni provenienti dalle imprese associate da diverse parti della regione Marche, da cui i trasporti delle merci sono divenuti insostenibili.
Da un lato la crisi di liquidità nelle casse aziendali dovuta alla mancanza dei pagamenti da parte dei committenti, dall’altra l’aumento dei costi e l’impossibilità di bilanciare le perdite con i viaggi di ritorno stanno di fatto comportando il collasso del settore.
Fino ad oggi l’autotrasporto, che l’emergenza dovuta al Covid-9 ha fatto finalmente percepire come essenziale per la vita di tutti i giorni dei cittadini, ha garantito la mobilità delle merci assicurando la continuità logistica al Paese.   
Ma le criticità sono tante e, afferma Gilberto Gasparoni Segretario Confartigianato Trasporti Marche, nella seconda quindicina di marzo l’autotrasporto ha perso il 60% del fatturato e nella prima quindicina di aprile l’80%, dato che solo il settore alimentare , sanitario e quello dei rifiuti urbani lavora.                                                                                                                            Le oltre 4000 aziende di autotrasporto merci e logistica, con 12.000 addetti “sono quindi in profonda crisi e richiedono attenzioni e provvedimenti concreti”.                       
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!