MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Marche: da UniCredit 50 milioni di euro per famiglie e imprese danneggiate dal maltempo

Dall'istituto di credito la possibilità di accedere a finanziamenti agevolati per chi è stato colpito dalle recenti calamità

5.062 Letture
commenti

L’istituto di Credito mette a disposizione speciali linee finanziamento a condizioni agevolate per le famiglie e le aziende colpite dalla calamitá che ha interessato la regione Marche il 6 febbraio 2015.

UniCredit ha varato un piano di interventi di sostegno a favore delle comunità colpite dal maltempo che nei giorni scorsi si è abbattuto sulle coste e nell’interno delle Marche con modalità differenti e un unico risultato: ingenti danni per i cittadini e le imprese.

“Per rispondere in concreto alle effettive necessità dei territori colpiti – spiega Stefano Centelli, Area Manager Marche di UniCredit – Il nostro Gruppo bancario ha attivato un Laboratorio di Crisi, coinvolgendo anche gli enti e i rappresentanti  di riferimento del territorio, così da poter approntare una serie di iniziative mirate, in relazione alle reali esigenze delle singole aree. Interventi di supporto dedicati alle famiglie e alle aziende che hanno riportato danni a causa del maltempo”.

Oltre alla moratoria di 12 mesi sulle rate di mutuo in essere che i clienti potranno richiedere presentando una semplice autocertificazione, UniCredit ha predisposto un plafond da 50milioni di euro per la richiesta di uno specifico “Prestito a sostegno” a un tasso fisso molto accessibile e con procedure di erogazione semplificate vista l’urgenza di un intervento tempestivo.

I clienti interessati potranno rivolgersi presso le agenzie UniCredit presenti sul territorio marchigiano.

L’intervento di UniCredit si aggiunge quindi a quelli già attuati dalla banca in  favore delle imprese e delle famiglie colpite dalle calamità in altre aree delle Marche ed è caratterizzato dalla massima semplicità, flessibilità e rapidità di erogazione.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!