MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Euro 2020, non solo Francia: le favorite del torneo

L'Italia ha più ragioni per sperare di fare bene

1.572 Letture
commenti
Roberto Mancini, nuovo testimonial Regione Marche

Ancora qualche mese di attesa e finalmente le principali nazionali europee si scontreranno sul rettangolo verde. Negli ultimi tempi abbiamo avuto un assaggio del miglior calcio del “Vecchio Continente” tramite la Nations League, ma a breve si farà sul serio.

Si giocherà infatti Euro 2020, competizione già posticipata di un anno. Il lungo ritardo, però, non ha modificato di tanto i valori delle squadre che si accingono ad essere protagoniste. La Francia è campione del mondo e indubbiamente risulterà tra le compagini più accreditate per la vittoria finale, ma non sono poche le altre contendenti al titolo.

Gli Europei sono un fenomeno di massa secondo forse solo ai Mondiali. Quando la nazionale si gioca qualcosa di importante, gli italiani non mancano mai di sostenerla. In generale, l’amore per il calcio vive anche attraverso lo sviluppo di passioni collaterali: si pensi al fantacalcio o alle scommesse, ad esempio. I tifosi più accaniti cercano sempre di far valere le proprie previsioni sul rendimento di determinate squadre o di singoli calciatori, solitamente avvalendosi di consigli sull’asta del fantacalcio o di una guida sul money management delle scommesse. Soprattutto rispetto a queste ultime, un evento sentito come l’Europeo non può rimanere insensibile. Le schedine che tentano di predire il nome della nazionale vincitrice sono migliaia a ogni edizione del torneo. Anche per questo gli amanti del calcio cercano di capire in anticipo quali possano essere le squadre favorite.

Occhio alla Croazia, arrivata a sorpresa al secondo posto al Mondiale in Russia. Non c’è più Mario Mandzukic, ma Luka Modrić continua ad essere il metronomo del centrocampo e il fulcro del gioco della sua nazionale. I croati sono stati inseriti nel gruppo D con Repubblica Ceca, Scozia e Inghilterra. Considerando che a qualificarsi agli ottavi saranno anche le migliori terze classificate, è probabile che i vice-campioni del mondo andranno avanti nel torneo. Anche il Belgio ha buone possibilità: Lukaku & co. dovranno vedersela con Russia, Danimarca e Finlandia.

In cerca di riscatto ci sono invece due formazioni storiche come Germania e Spagna. I tedeschi, in particolare, hanno male sia agli ultimi Mondiali sia in Nations League. Chissà che non sia allora l’Italia a fare la differenza all’Europeo. Gli azzurri hanno vinto tutte le partite del girone di qualificazione e sono approdati alle semifinali della Nations. Gli elementi di qualità non mancano. Di recente anche giocatori come Pessina sono stati attenzionati da Mancini e di conseguenza le porte di Coverciano possono considerarsi aperte fino all’ultimo momento. L’Italia ha più ragioni per sperare di fare bene.

Donnarumma è una sicurezza in porta, Immobile segna sempre a raffica. A centrocampo il reparto può dirsi ben assortito e in particolare Barella può dare una grossa mano. Il fatto che ci siano ancora dei dubbi sui convocati lascia ben sperare. Basti pensare che uno tra Caputo e Kean potrebbe rimanere escluso dalla lista finale. Niente da fare, invece, per Balotelli, che fatica a trovare minutaggio anche nel Monza, a causa di continui problemi fisici. Insomma, i presupposti per ripetere i fasti del 2012 ci sono tutti.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!