MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Alla Rotonda di Senigallia, Regione presenta opportunità di fondi per turismo nelle Marche

Focus Borghi: bandi 2024, oltre 60 milioni di euro a disposizione di Comuni e imprese. Acquaroli: "Stagione 365 giorni l'anno"

1.384 Letture
commenti
Presentazione dei bandi regionali del turismo per il 2024

“I Borghi sono un patrimonio enorme per la nostra regione dal punto di vista culturale, urbanistico, turistico ma anche paesaggistico perché rappresentano un contesto di assoluto valore e pregio.

Tutto questo è arricchito dal valore enogastronomico e artigianale: valorizzare i Borghi, inserirli in un circuito, significa valorizzare l’entroterra, guardare alla destagionalizzazione, e ad una stagione turistica che duri 365 giorni l’anno. Il turismo è un asset assolutamente centrale” lo ha detto il presidente della Regione e assessore al Turismo Francesco Acquaroli intervenendo all’evento “Focus Borghi. Le opportunità dei Fondi per il turismo nella Regione Marche” che si è svolto nel pomeriggio di giovedì 27 giugno alla Rotonda a Mare di Senigallia: una occasione per presentare le misure in programma per il turismo, con oltre 60 milioni di euro a disposizione, tramite fondi europei, fondi nazionali di rotazione e fondi regionali. Si tratta del primo di una serie di incontri di presentazione dedicati alle opportunità offerte dai fondi per il turismo per i comuni e per le imprese.

La registrazione video dell’incontro è visibile a questo collegamento

Il focus dell’incontro del 27 giugno, che sarà replicato l’8 luglio a Porto Sant’Elpidio, è la presentazione del bando dedicato ai Borghi a cui sono destinati oltre 24 milioni di euro.

L’ambizioso obiettivo che l’amministrazione regionale intende perseguire, dopo l’approvazione della Legge Borghi, è quello di promuovere progetti per la riqualificazione, la valorizzazione e lo sviluppo dei borghi storici marchigiani, che caratterizzano il nostro territorio, tramite il rilancio delle attività economiche e turistiche presenti. “Quella per il rilancio dei nostri Borghi è una legge centrale per la nostra strategia – ha rimarcato il presidente – e ai 24 milioni destinati al bando si aggiungono oltre 80 milioni di fondi destinati alle imprese nei numerosi bandi europei disponibili. Una strategia trasversale e complessiva sulla quale puntiamo per costruire il rilancio dei nostri territori con il coinvolgimento degli enti locali, delle imprese, delle associazioni e delle numerose realtà che intendono prendervi parte”.

Dieci le misure in campo per una dotazione complessiva di oltre 60 milioni di euro di cui appunto 24 sono destinati alla misura “Borgo Accogliente”, intervento centrale della “strategia borghi”, che si propone di selezionare progetti per la riqualificazione e valorizzazione dei borghi storici, che dovranno dare nuova linfa al tessuto socio-economico dei piccoli centri.

La concessione del contributo ha un limite massimo di 500 mila euro per i progetti presentati dal Comune in forma singola o un limite di € 1 milione di euro per il progetto presentato da una rete di Comuni tramite il Comune capofila (a beneficio di massimo tre Comuni, in riferimento a massimo 3 borghi).

Per la misura “Borgo Accogliente” le domande sono aperte e potranno essere presentate entro il 20 settembre 2024 alle ore 12: un lasso di tempo ampio voluto dall’amministrazione regionale per dar modo ai beneficiari di approfondire le opportunità e di consentire l’organizzazione delle migliori strategie e partnership per la riuscita dell’iniziativa. Gli interessati possono presentare istanza esclusivamente tramite la piattaforma web appositamente predisposta al seguente link: https://procedimenti.regione.marche.it/AreaPA/Pratiche/Avvia?ID=14085.

Il “Bando Accoglienza” si chiuderà il 18 luglio 2024, “Reti del Turismo e Sviluppo di Cluster di Prodotto Turistico” il 10 ottobre. Gli altri bandi saranno avviati nel corso del 2024 e 2025.

Il secondo bando, che prevede una dotazione di quasi 14,7 milioni di euro, è invece mirato alla “Riqualificazione delle strutture ricettive”, rivolto a piccole medie imprese (PMI) ricettive già esistenti o nuove. L’importo massimo del contributo ammonta a 300 mila euro.

La terza misura “Sviluppo del Prodotti Turistico bei Borghi” prevede incentivi per le PMI per la creazione di sistemi integrati di accoglienza per il recupero e la rivitalizzazione dei borghi: la dotazione è di 7 milioni con un contributo massimo di 100 milioni per domanda singola e 300 per domande aggregate.

Il “Bando per l’Accoglienza” prevede 4 azioni: “Grandi Eventi 2024-2025” con una dotazione di 2 milioni e un finanziamento massimo di 50 mila euro per annualità, “Progetti locali di accoglienza turistica” per eventi di portata minore diffusi sul territorio (la dotazione è di 760 mila euro e il contributo massimo è di 20 mila per annualità), “Progetti inerenti cammini itinerari e circuiti” (600 mila euro, massimo 20 mila euro per annualità) e “Investimenti turistici infrastrutturali” (800 mila euro, massimo 180 mila euro ai quali si aggiungeranno le risorse del Fondo Unico Nazionale del Turismo).

La misura “Ambiti Turistici Locali e Sviluppo di Circuiti di Prodotto” punta a potenziare i servizi di accoglienza: l’importo supera i 3,5 milioni di euro.

Sono destinati 3 milioni alla misura “Reti del Turismo e Sviluppo di Cluster di Prodotto Turistico” che incentiva l’innovazione d’impresa: il contributo massimo singolo è di 100 mila euro, 300 mila per domande aggregate.

Al “Bando per il Riordino, Potenziamento e Riqualificazione degli IAT e dei Punti informativi del Territorio” sono destinati 1,96 milioni di euro, 600 mila euro saranno invece destinati a sostenere l’organizzazione delle “Rievocazioni Storiche”. Altro bando prevede la concessione di incentivi per la “Destagionalizzazione e la Promo-Commercializzazione” della Regione Marche: i contributi ammontano a 440 mila euro con un contributo massimo di 10 mila euro per ogni linea di azione per annualità. 250 milioni saranno destinati infine al “Bando a Sostegno dei Centri/Punti IAT comunali a valenza sovracomunale” per assicurarne la piena operatività: il contributo massimo in questo caso ammonta a 30 mila euro.

L’incontro è stato aperto dal sindaco di Senigallia Massimo Olivetti che ha rimarcato l’effetto positivo che i Borghi e l’entroterra hanno anche sul turismo balneare, ed è stato occasione per gli amministratori degli Enti Locali per porre quesiti sui bandi e le misure disponibili.

 

Scarica le slide sui bandi per il turismo 2024 nelle Marche

 

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!