MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Marchigiano trionfa in casa nella marcia

Il maceratese Antonelli vince a Grottammare ed è il nuovo campione italiano

1.638 Letture
commenti
Michele Antonelli

Festa di sport a Grottammare (Ascoli Piceno) con una manifestazione nazionale di marcia per il sedicesimo anno di fila, l’edizione numero 50 del trofeo Serafino Orlini.

E con la gioia per il trionfo di un atleta delle Marche. Nei Campionati italiani della 35 chilometri è il maceratese Michele Antonelli a prendersi la vittoria sulle strade della sua regione.

Il 27enne dell’Aeronautica, al terzo titolo assoluto in carriera dopo quelli ottenuti nella 50 km (2016 e 2019), conquista la prima edizione della rassegna tricolore al maschile sulla distanza che dal 2022 sarà inserita nel programma di Mondiali ed Europei. Con il tempo finale di 2h33:40 precede di quasi tre minuti il piemontese Stefano Chiesa (Carabinieri), secondo in 2h36:39, mentre è terzo il toscano Gianluca Picchiottino (Fiamme Gialle, 2h37:32), invece non completa la gara il fabrianese Giacomo Brandi (Cus Pro Patria Milano), in testa nella fase iniziale. Tra gli under 23 si impone Aldo Andrei (Gs Valsugana Trentino) in 2h38:13 davanti a Riccardo Orsoni (Fiamme Gialle, 2h38:45). Ospite d’eccezione la campionessa olimpica Antonella Palmisano, accolta dall’entusiasmo dei giovani marciatori, con tante richieste di autografi sul pettorale di gara.

“Mi sono ritrovato”, commenta Michele Antonelli, azzurro nella “cinquanta” alle ultime due edizioni dei Mondiali. “Ho avuto le risposte che volevo, ma che mi erano mancate nella prima parte di stagione”. Quest’anno il marchigiano si è messo al collo la medaglia d’oro con il team italiano agli Europei a squadre, senza però brillare a livello individuale. “Sapevo di essere tornato in condizione e sono contento anche per aver chiuso in progressione, con i cinque chilometri conclusivi in 21:13. Mi ero preparato bene, trascorrendo un periodo di tre settimane in altura a Sestriere da metà agosto, per allenarmi poi a Siracusa dal mio tecnico Alessandro Garozzo e infine a casa. Ho affrontato la gara nel modo giusto, sono davvero felice e ora guardo con fiducia agli impegni del prossimo anno”.

In chiave marchigiana, nella 20 km femminile valida per i Societari, settimo posto di Anastasia Giulioni (Cus Macerata) che si migliora nettamente in 1h44:05 davanti alla compagna di club Giulia Miconi, nona con 1h45:28. Brilla un altro portacolori del Cus Macerata al maschile, Alessandro Tanoni che finisce quarto nella gara juniores in 1h35:27, con la tredicesima posizione di Mattia Grilli (Atl. Civitanova, 1h45:28) e stesso piazzamento al femminile tra le under 20 per l’osimana Stella Rinaldi (Team Atl. Marche), tredicesima con 1h29:01.

Nel Trofeo delle Regioni giovanile, vinto dalla Toscana davanti a Lazio e Lombardia, è nona la rappresentativa delle Marche. Spicca la vittoria della campionessa italiana cadette Elisa Marini (Cus Macerata) in 19:51 sui 4 chilometri, ma anche il secondo posto di Margherita Discepoli (Sef Stamura Ancona) nei 2 km ragazze in 10:08. Tra i cadetti 22° Riccardo Picchio (Atl. Osimo, 35:36 nei 6 km), nella gara allievi 26° Gian Marco Rossetti (Cus Macerata, 55:10 sui 10 km), nella prova dei ragazzi chiude 22° Giacomo Campelli (Sef Stamura Ancona, 2 km in 13:24), al femminile 23esima Sandy Ori (Atl. Fabriano, 11:58) e 38esima Margherita Fidani (Atl. Sangiorgese Rocchetti, 13:31). Nelle gare master di 10 km successi per Marina Ivanova (SF40, Atl. Osimo) in 54:27 e Francesca Frulla (SF50, Nuova Pod. Loreto) in 59:09.

Tra gli under 18, per i Campionati italiani allievi nella 10 chilometri su strada, un’altra conferma dei due giovani dominatori della stagione. La gara maschile vede svettare di nuovo Diego Giampaolo (Fiamme Gialle Simoni) che in 45:45 ripete il successo dell’anno scorso e firma la tripletta di titoli nel 2021 dopo quelli su pista indoor e all’aperto. Sugli altri gradini del podio Salvatore Manera (Etnatletica San Pietro Clarenza, 46:47) e Giorgio Lauria (Esercito Sport & Giovani, 47:21). Anche al femminile c’è il tris stagionale per Giada Traina (Atl. Livorno) con il crono di 48:47 diventando la terza italiana di sempre in questa fascia di età. Ancora un secondo posto tricolore di Giulia Gabriele (Fiamme Gialle Simoni, 50:24) seguita da Sofia Fiorini (Libertas Unicusano Livorno, 51:42).
Tra le tante competizioni della giornata, anche la 20 km valida come ultima tappa dei Societari. In evidenza Nicole Colombi (Carabinieri): la 25enne bergamasca con 1h30:24 si migliora di due minuti rispetto al tempo di 1h32:26 realizzato in giugno a La Coruna. Più dietro Lidia Barcella (Bracco Atletica, 1h37:03) e Sara Vitiello (Self Atl. Montanari & Gruzza) in 1h38:43 con quasi un minuto di progresso, cresce anche la 22enne Annachiara Paternicò (Assindustria Sport, 1h40:29). Al maschile 1h28:34 vincente per Davide Finocchietti (Libertas Unicusano Livorno) mentre tra gli under 20 Daniele Breda (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) con 1h32:21 nonostante uno stop di due minuti in penalty zone si aggiudica il duello con Nicola Lomuscio (Amatori Atl. Acquaviva), al personale di 1h32:25 davanti a Francesco Benvenuto (Gs Virtus Campobasso, 1h33:00). Nella 15 km juniores al femminile è notevole il crono di 1h13:19 per Martina Casiraghi. La portacolori dell’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter, due volte quinta in azzurro quest’anno tra la rassegna iridata e continentale di categoria, prevale nei confronti di Alexandrina Mihai (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco, 1h16:09) e Martina Quartararo (Atl. Livorno, 1h17:11). Per i cadetti, primo posto di Omar Moretti (Libertas Unicusano Livorno) sui 6 chilometri in 28:31.
Il 50° Trofeo Serafino Orlini per le gare assolute premia le Fiamme Gialle Simoni, che conquistano anche il 4° Trofeo Città di Grottammare e il 16° Trofeo Simona Orlini dedicato alle categorie giovanili. Nei Societari master, doppietta della Track & Field Master Grosseto tra gli uomini (davanti a Kronos Roma e Italia Marathon Club) e al femminile (su Liberatletica Roma e Italia Marathon Club).

Presenti all’evento e alle premiazioni il sindaco Enrico Piergallini, che ha donato un’opera dell’artista Pericle Fazzini all’oro olimpico Antonella Palmisano, insieme al vicesindaco Alessandro Rocchi e all’assessore comunale Alessandra Biocca, con Fabio Luna, presidente Coni Marche, e Simone Rocchetti, presidente Fidal Marche, e agli organizzatori del Centro Marcia Solestà capitanati da Vincenzo Ferretti, con la Fondazione Simona Orlini Onlus rappresentata da Tina Orlini.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!