MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Mangialardi: “Evitare che la crisi sanitaria si trasformi in crisi economica e sociale”

Il consigliere regionale interviene sul delicato momento ed auspica un provvedimento per integrare gli aiuti del governo a famiglie, imprese e Comuni

1.648 Letture
commenti
Maurizio Mangialardi
Evitare che la crisi sanitaria si trasformi in crisi economica e sociale”. E’ questa la priorità per il consigliere regionale e  capogruppo del Partito Democratico Maurizio Mangialardi alla luce del delicatissimo momento che la nazione ed il nostro territorio sta vivendo. Una situazione già critica dalla recrudescenza del virus che anche oggi ha fatto segnare un’impennata dei contagi, sia a libello nazionale  (26.831 nuovi casi a fronte di 201.452 tamponi), che regionale (686 nuovi casi con un percentuale del 28,9% di tamponi positivi) che aggrava anche quella economica e sociale.
Le nuove disposizioni varate dal governo nell’ultimo Dpcm, pur indispensabili a fermare la crescita esponenziale della curva dei contagi da Covid-19, rischiano di peggiorare  la situazione di tante attività economiche, già provate dagli effetti della prima ondata pandemica di primavera.

Un quadro molto grave, che peraltro si riflette anche in tanti Comuni, chiamati a gestire l’applicazione delle nuove norme e a garantire aiuti alle fasce più deboli della popolazione, nonostante le precarie condizioni in cui versano i bilanci. Il cosiddetto decreto Ristori varato dal governo, che prevede lo stanziamento di 5 miliardi di euro a fondo perduto per aiutare le imprese messe in difficoltà dagli obblighi di legge contenuti nel suddetto Dpcm, possono rappresentare una prima parziale risposta, a patto che giungano quanto prima ai diretti interessati, evitando inutili e funeste lungaggini burocratiche.

 

Al riguardo è intervenuto Mangialardi che ha riferito: “Tale criticità chiama in causa anche l’impegno della Regione. Per questo, sulla scia di quanto già realizzato dalla precedente Amministrazione regionale con la Piattaforma 210, che vide lo scorso giugno la giunta Ceriscioli erogare 210 milioni di euro a favore di famiglie, lavoratori, professionisti e imprese, chiediamo che il nuovo esecutivo provveda al più presto all’approvazione di analoghe misure straordinarie e urgenti, stanziando finanziamenti volti a integrare i provvedimenti economici presi dal governo. Crediamo che in questo momento così complicato per la nostra regione, sia doveroso da parte di tutti, maggioranza e opposizione, accantonare le divergenze e cooperare per far sì che la crisi sanitaria non evolva in crisi economica e sociale”.
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!