MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Cosa può fare questo Ascoli?

Favorite per la promozione diretta. Ascoli tra le possibili rivelazioni

1.005 Letture
commenti
pallone-calcio

Sono state disputate solo quattro gare di questa Serie B edizione 2020-2021, ma già iniziano a delinearsi i veri valori in campo.

L’Ascoli, grazie alla vittoria interna per 2-1 contro la Reggiana, riesce ad allontanarsi dalle zone meno nobili della classifica e a portarsi a centro classifica, lasciando intendere di avere tutti i mezzi a disposizione per essere una delle rivelazioni di questa stagione. Chi continua a sorprendere, ma in negativo, è il Pescara, che dopo essersi garantito la permanenza in cadetteria all’esito della doppia sfida di playout contro il Perugia l’anno passato, anche questa volta pare destinato a un campionato di bassa classifica.


Le favorite per la promozione diretta

Come di consueto, a causa dell’ormai noto paracadute che garantisce ingenti entrate alle squadre scese dalla Serie A, anche quest’anno le favorite assolute per la promozione in massima serie sono le tre retrocesse Spal, Brescia e Lecce. Nessuna di loro, tuttavia, è ancora riuscita a immergersi nel nuovo contesto e tutte distano diversi punti dalla zona promozione diretta e da quella playoff. Oltre alle neo retrocesse, quest’anno c’è enorme interesse nello scoprire come si comporteranno le compagini promosse dalla Serie C che, mai come questa volta, sembrano già pronte per il doppio salto di categoria. Il Monza, grazie agli enormi sforzi economici profusi dal presidente Berlusconi e dal direttore sportivo Galliani, è riuscito a portare in Brianza ben 11 giocatori, tra cui spicca il nome del ghanese ex Milan Kevin-Prince Boateng. La squadra allenata da Brocchi può inoltre contare su calciatori del calibro di Paletta, Frattali e Barillà che per la categoria rappresentano un vero lusso e non è un caso che al 22 di ottobre, secondo le scommesse sportive, a quota 2,20, i lombardi siano considerati i favoriti assoluti per la promozione in massima serie. Altra squadra estremamente interessante è l’altra neopromossa Reggina che, dopo aver portato in Calabria un calciatore del calibro di Jérémy Ménez, sogna di poter raggiungere in Serie A i cugini del Crotone. Il Frosinone resta tra le favorite, ma la squadra di Nesta dovrà dimostrare di essersi lasciata alle spalle i fantasmi dell’anno passato quando i ciociari, dopo un campionato tra alti e bassi, uscirono sconfitti dalla finale playoff disputata contro lo Spezia.

L’Ascoli è tra le possibili rivelazioni

Quella che si è da poco conclusa per l’Ascoli è stata una stagione caratterizzata da più bassi che alti ma alla fine, grazie a un girone di ritorno da incorniciare, i marchigiani erano riusciti a tirarsi fuori dalla lotta retrocessione proprio nelle ultime giornate e a conquistare la salvezza diretta. In vista di questo nuovo campionato, dopo aver confermato buona parte del gruppo dell’anno passato, i bianconeri restano con i piedi per terra e ambiscono a una salvezza tranquilla, ma la sensazione è che mister Bertotto abbia a disposizione una rosa in grado di togliersi delle belle soddisfazioni. Nelle ultime edizioni, la Serie BKT ci ha insegnato che a fare la differenza sono i dettagli e che anche squadre che sulla carta non partono tra le favorite, con un minimo di organizzazione e di continuità di risultati possono ambire a un campionato di vertice. Oltre ai marchigiani, c’è enorme interesse nello scoprire se quest’anno il Cittadella riuscirà finalmente a conquistare la prima storica promozione in massima serie della propria storia. Dopo aver sfiorato questo straordinario traguardo per tre anni consecutivi, la squadra allenata da mister Venturato pare pronta al salto di qualità e chissà che non possano essere i veneti a piazzare la zampata decisiva in ottica promozione. Come di consueto, inoltre, la Salernitana del presidente Lotito lascia intendere di avere a propria disposizione tutti i mezzi per sognare in grande, nonostante il rapporto tra la società e la tifoseria sia ai minimi storici. Con tre goal nelle prime tre giornate di campionato, il nuovo acquisto Tutino si candida a recitare un ruolo da protagonista e la sensazione è che per l’attaccante di origini napoletane questa possa essere la stagione giusta per compiere il definitivo salto di qualità.

Nell’attesa di scoprire se il Pordenone riuscirà a replicare quanto di buono fatto l’anno passato, la stragrande maggioranza degli addetti ai lavori continua a considerare Spal, Brescia, Lecce, Reggina e Monza come le principali indiziate per la promozione diretta e noi, dal canto nostro, non vediamo l’ora di scoprire se qualche altra compagine riuscirà a inserirsi nella lotta.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!