MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Confartigianato Trasporti Marche: “Non più tollerabili i continui disagi sulla A-14”

"Serve intervento del Governo per approvare progetti dei lavori per viabilità normale. Necessaria terza corsia nel tratto Marche sud"

2.664 Letture
commenti
autostradaA14

Gilberto Gasparoni, segretario di Confartigianato Trasporti Marche dopo i gravi disagi subiti nello scorso anno e ripresi dopo il lockdown sottolinea che non sono più tollerabili i continui rallentamenti per quanti operano sulle strade derivanti dalla permanenza di cantieri sulla A 14 e dai restringimenti della carreggiata con limitazione della velocità che sono causa di file chilometriche e tanti pericoli.

Gli utenti, trasporto merci e persone, imprese di comunità e prossimità fanno i conti con restringimenti della carreggiata, ritardi, pericoli e tempi di percorrenza veramente fuori luogo, pagando un pedaggio che invece andrebbe restituito. La viabilità non è più sicura per la presenza delle restrizioni imposte dalle ordinanze della magistratura di Avellino in particolare sui viadotti Vallescura e Santa Giuliana ancora sotto sequestro.

Su questi ponti Autostrade per l’Italia ha presentato al MIT dei progetti di ristrutturazione che se approvati anche dal Tribunale di Avellino, con il dissequestro dei ponti permetterebbero immediatamente la riapertura a due corsie di queste tratte e di tornare ad una quasi normalizzazione delle carreggiate. In questo periodo di lockdown sono proseguite le manutenzioni sotto le gallerie che dovrebbe portare alla totale riapertura verso fine luglio.

Nella tratta sud fermana ed ascolana, si registra costantemente il blocco del traffico con circa 7 chilometri di code interminabili, che nei giorni delle festività appena trascorse hanno pesato negativamente, con gravi danni all’economia e con tutti i programmi di lavoro delle aziende e dei trasportatori che saltano. È necessario intervenire quindi sul MIT sulla Magistratura avellinese affinché vengano consentiti tutti gli interventi necessari per normalizzare la situazione.

Confartigianato sollecita Società Autostrade, che per la verità si è già mossa per attuare misure straordinarie a tutela della pubblica e privata incolumità ad accelerare i lavori con turni di 24 ore. È la richiesta della Confartigianato Trasporti, afferma Emanuele Pepa presidente di Marche Sud che ha scritto al presidente Unatras l’unione delle associazioni dei trasportatori – Amedeo Genedani ed al Ministro delle Infrastrutture, De Micheli, sollecitando un intervento risolutore.

La Regione si è già rivolta, ad Autostrade (Direzione 7° Tronco Pescara), invocando misure efficaci per ripristinare una viabilità regolare e per una riduzione compensativa dei pedaggi. Confartigianato Trasporti invita la Regione e gli Enti Locali a richiedere l’ampliamento della terza corsia dell’A14 nella tratta Porto S. Elpidio – S. Benedetto del Tronto, una occasione questa mancata negli anni addietro che Confartigianato aveva richiesto e che va recuperata quanto prima per favorire la mobilità dei collegamenti e lo sviluppo turistico delle Marche sud.

da Confartigianato Imprese

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!