MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

“Niente Tari per gli agriturismi delle Marche”

La chiede la Coldiretti: "impensabile chiederla a chi non lavora da 2 mesi"

2.466 Letture
commenti
Tavola apparecchiata, cena, cenone, pranzo

Senza possibilità di riaprire, con un mare di prenotazioni disdette e senza la prospettiva di vedere turisti, né di poter attivare i propri servizi di agricoltura sociale.

Stiamo parlando degli agriturismi e delle fattorie didattiche, attività che rischiano di subire danni gravissimi e che nella nostra regione contano un migliaio di realtà con 12mila posti letto e 500 piazzole di sosta per camper.

“Annullate la Tari 2020” è l’appello di Coldiretti Marche a tutti i sindaci marchigiani.

“È impensabile – evidenzia Maria Letizia Gardoni, presidente di Coldiretti Marche – continuare a chiedere il pagamento di imposte ad aziende che non lavorano da oltre due mesi. Nell’attesa di poterle rimettere nella condizione di ripartire, è necessario esentarle dai costi legati a un’attività che, di fatto, non è stato possibile svolgere”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Vent'anni di SVIM - Vent'anni di progetti e investimenti per lo sviluppo delle Marche