MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

16 persone ritrovate senza vita in estate tra spiaggia e mare nelle Marche

La Guardia Costiera fornisce tutti i dati dei soccorsi, delle multe e delle comunicazioni di reato

1.666 Letture
commenti
Guardia Costiera

Si è conclusa, anche quest’anno, l’operazione “Mare Sicuro”, campagna nazionale della Guardia Costiera che si pone l’obiettivo di promuovere, incoraggiare e sostenere la “cultura del mare”, intesa quale senso di responsabilità per la tutela delle risorse e dell’ambiente.


Per tale attività la Guardia Costiera marchigiana ha messo sul campo, dal 1° giugno al 15 settembre 2019, oltre 400 uomini e donne, 40 mezzi terrestri, 25 unità navali di cui 8 costiere, 5 di altura e 12 mezzi minori litoranei, nonché quando necessario l’utilizzo dei mezzi aerei del vicino 3° Nucleo Aereo Guardia Costiera di Pescara.

Stilando un bilancio dell’operazione, sono stati rilevati i seguenti dati:
·23 sono state le unità navali soccorse per avaria al motore, per incaglio e per avverse condizioni meteorologiche;
·92 sono state le persone soccorse/recuperate;
·243 sono stati i verbali amministrativi elevati per un totale di circa € 132.906,00 – elevati per violazione delle ordinanze balneari, del codice della nautica da diporto, della disciplina della pesca ricreativa/sportiva, nonché per violazioni delle norme sull’utilizzo del demanio marittimo ed in particolare sulla gestione degli stabilimenti balneari;
·20 sono state le comunicazioni di reato inviate all’Autorità Giudiziaria – per abusiva occupazione di area demaniale marittima, realizzazione/innovazione di manufatti in area demaniale, violazione delle norme in materia ambientale e della sicurezza della navigazione.
·16 sono state le persone recuperate prive di vita, per annegamento dovuto a malore.

Dall’analisi dei predetti dati si è appurato che, rispetto alla passata stagione, si è avuto modo di rilevare una riduzione pari al -31,4% delle sanzioni amministrative comminate, contrastato dall’aumento del 33,3% delle notizie di reato inviate all’Autorità Giudiziaria.

Leggero rialzo delle unità navali cui è stata prestata assistenza, pari al 4,5% , contro la diminuzione del -4,2% delle persone soccorse/recuperate.

Altra nota positiva è la flessione del -15,8% dei decessi avvenuti in mare/spiaggia.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!