MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Sanità, Cisl mette ancora in guardia sui rischi per il sistema marchigiano

"Mancano ancora le proroghe per i contratti in scadenza"

salute, sanità, ospedali, medici, Asur

“A 4 giorni dall’inizio del periodo estivo disciplinato dal contratto non risultano agli atti determinazioni di proroga del personale in scadenza. Che fine hanno fatto dunque le indicazioni che il presidente della Regione aveva impartito alla direzione dell’ ASUR nell’incontro con i sindaci del fabrianese lo scorso 22 maggio?”.


A chiederselo è la Cisl, che aggiunge: “vorremmo ricordare che il piano ferie rappresentato, con ritardo, ai sindacati il 20 maggio u.s., pur prevedendo diverse riduzioni di servizi, è realizzabile solo in presenza della proroga di tutti i contratti in scadenza e della sostituzione di almeno una settantina di cessazioni definitive.
L’assenza di questi provvedimenti o una loro realizzazione parziale rende pertanto impossibile la realizzazione del piano ferie e soprattutto prelude ad una riduzione radicale dei servizi.
Il costante riferimento al tetto di spesa del costo del personale contenuto nella determina ASUR 78/2019 consente infatti un numero limitato di proroghe rispetto a quelle necessarie e non permette pertanto di rispettare le recenti indicazioni date dal Presidente della Regione”.

“Ci chiediamo a questo punto chi sia davvero a governare il sistema sanitario marchigiano – aggiunge la Cisl – se l’ ASUR può permettersi di non rispettare le indicazione del Presidente della Regione, che è anche assessore alla Salute, per altro riferite pubblicamente senza smentite dal sindaco di Fabriano che era presente all’ incontro.
Come CISL FP ci siamo adoperati per mettere in guardia molti sindaci della provincia circa i rischi di riduzione dei servizi nelle strutture ospedaliere e nei servizi territoriali, riduzioni che senza personale non riguarderanno solo periodo estivo, ma diverranno strutturali”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!