MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Basket: la situazione in serie B, al Civitanova il derby col Fabriano

Giornata nera per le anconetane, tutte e tre sconfitte

2.061 Letture
commenti
basket

Tutte in partita fino alla fine, ma niente punti. La ventiduesima giornata di serie B non ha portato bene alle formazioni anconetane.

Sconfitte in trasferta per Ristopro Fabriano e Goldengas Senigallia, rispettivamente nel derby di Civitanova e a Giulianova, ko anche la Luciana Mosconi Ancona, che nel posticipo obbligato di martedì (due giorni prima il PalaRossini non sarebbe stato disponibile) ha giocato una grande partita sfiorando l’impresa contro la capolista San Severo, davvero vicina al primo ko stagionale.

I dorici, pur privi di Filippo Centanni, hanno fatto sognare il colpaccio: dopo avere costantemente inseguito, a 2 minuti e mezzo dalla fine era arrivato pure il sorpasso, ma a quel punto Di Donato e soprattutto il solito intramontabile ex stamurino Rezzano hanno fatto la differenza. Buone comunque le indicazioni per coach Marsigliani.

Meno buone invece quelle arrivate a coach Foglietti dalla sua Goldengas, alla seconda sconfitta esterna consecutiva a Giulianova. Come la settimana precedente a Bisceglie, disastroso l’approccio dei biancorossi, sotto di 17 punti già dopo 10’. Stavolta però la reazione c’è stata e dopo un lungo inseguire Senigallia ha messo la testa avanti prima che nell’ultimo minuto un antisportivo fischiato a Maggiotto – contestatissimo dai tanti tifosi senigalliesi al seguito – con successiva espulsione, non spingessero i 2 punti verso Giulianova, comunque meritatamente vittorioso. Ora il calendario non aiuta la Goldengas, che deve ritrovare la lucidità dei giorni migliori per tornare a far punti già domenica in casa contro il lanciatissimo Chieti.

Occasione sprecata anche dalla Ristopro Fabriano, battuta 84-80 a Civitanova nel derby: una delle migliori prestazioni stagionali di Paparella (24 punti con 5/8 da tre), 11 punti di vantaggio al 27’ e il sostegno incessante del solito grande pubblico (300 tifosi al seguito) non sono stati sufficienti per espugnare il PalaRisorgimento e mantenere il secondo posto in classifica, ora occupato dal solo Chieti. Questa settimana agli ordini di coach Fantozzi è arrivato pure Marisi, play-guardia di 36 anni, a conferma della voglia della società di lottare fino in fondo per la seconda piazza e un play-off da protagonista.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!