MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

“La destra non considera i diritti delle donne, inclusi quelli sanitari, una priorità”

Intervento della consigliera Bora (PD) dopo il rinvio della proposta di legge sugli screening per il tumore mammario

2.226 Letture
commenti
Manuela Bora

“Con il rinvio in Commissione Sanità della Proposta di Legge per il potenziamento dello screening sul tumore mammario, presentata dal Gruppo PD, prendiamo definitivamente atto che la destra delle Marche non considera i diritti delle donne, inclusi quelli sanitari, una priorità. ”.

Lo afferma la Consigliera dem Manuela Bora a margine della discussione in Assemblea Legislativa dell’atto di cui è la prima firmataria, depositato ben due anni fa e completamente ignorato dalla maggioranza.

“L’approvazione unanime di questa proposta di legge – sottolinea Bora – avrebbe rappresentato un importante passo avanti in tema di prevenzione, permettendoci di ridurre il divario che ci separa dagli altri paesi europei in tema di salute di genere.”

In Italia, il carcinoma mammario è il tumore più comune tra le donne. Tuttavia, grazie ai progressi nella diagnosi, nella terapia e alla disponibilità di nuovi farmaci, la sopravvivenza è notevolmente aumentata.

“La maggior parte dei tumori mammari maligni viene diagnosticata in fase iniziale grazie alla prevenzione – sottolinea Bora – E’ quindi fondamentale approvare la nostra proposta, che garantirebbe l’accesso gratuito allo screening a tutte le donne a rischio nelle Marche. Nonostante l’indifferenza palese della maggioranza, non ci arrendiamo e ribadisco la nostra determinazione nel sollecitare la discussione su questa così come su tutte le altre proposte di legge che la maggioranza ha deciso irresponsabilmente di rinviare.”

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!