MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Il PD Marche sul Piano regionale per il diritto allo studio

La segretaria Bomprezzi: "La giunta regionale sembra ignorare la crescente necessità di supporto agli studenti"

1.359 Letture
commenti
Chantal Bomprezzi

Le Marche si trovano di fronte a una maggioranza che dimostra di non avere la capacità di amministrare e governare con efficacia, lasciando i cittadini marchigiani nella disperazione. Oltre alle pessime condizioni in cui versa la sanità nella nostra regione, un secondo emblematico fallimento della giunta Acquaroli si è evidenziato per le borse di studio destinate agli studenti.

Il tavolo di lavoro Università del PD Marche, coordinato dal professor Fulvio Esposito, sottolinea come nell’anno accademico 2022-2023 sono stati ben 1800 gli studenti che, pur avendone diritto, non hanno avuto l’alloggio nelle residenze universitarie a causa di un piano insufficiente e di risorse inadeguate: “La giunta regionale – sottolinea la Segretaria Chantal Bomprezzi – sembra ignorare la crescente necessità di supporto agli studenti, causata dall’aumento del costo della vita, degli affitti e dall’inflazione. La mancanza di adeguate risorse sta minando l’attrattività delle nostre università e il diritto allo studio”.

Il tema del diritto allo studio per tutti è molto sentito soprattutto tra i Giovani Democratici del PD, a partire dalla Segretaria regionale Chiara Croce che si sta battendo da tempo per portare all’attenzione dei cittadini le gravi criticità dell’istruzione universitaria marchigiana.

Il consigliere regionale del PD Biancani e tutto il gruppo consiliare PD hanno presentato emendamenti volti a sostenere i pendolari universitari e a condividere le scelte sulle esternalizzazioni, ma purtroppo, sono stati respinti: “Il cosiddetto Piano regionale per il diritto allo studio 2023-2026 – afferma Mattia Santarelli, membro della segreteria regionale con delega al diritto allo studio – manca di obiettivi chiari e dei necessari indicatori di miglioramento, non offre soluzioni per gli studenti che necessitano di alloggi, non propone alcuna strategia per attirare studenti dalle altre regioni”.

Questi fatti, secondo il PD Marche, dimostrano palesemente l’assenza di prospettiva e innovazione nelle politiche regionali: “Ancora una volta, la maggioranza sembra interessata solo ai propri obiettivi, trascurando le necessità reali delle fasce più vulnerabili della popolazione – chiosa Bomprezzi. È giunto il momento di una maggiore responsabilità da parte della giunta regionale, affinché si possano garantire servizi efficaci ed efficienti ai cittadini marchigiani, in particolare nell’istruzione e nella sanità”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!