MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Marche, violenza sulle donne: 471 casi segnalati nel 2019

I dati raccolti dai 5 centri antiviolenza delle Marche evidenziano un leggero lieve calo degli episodi

violenza sulle donne

Ammontano a i 471 casi segnalati di violenza contro le donne nel 2019. È quanto emerge dal documento che verrà presentato dall’ l’assessore alle Pari opportunità Giorgia Latini che, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulla donna nella IV Commissione Consiliare.

I dati raccolti dai 5 centri antiviolenza delle Marche evidenziano un leggero lieve calo degli episodi (-11,8%) rispetto l’anno precedente: un risultato comunque misero che fotografa una situazione per nulla rosea. Statistiche alla mano almeno 6 donne ogni 10mila abitanti devono ricorrere all’aiuto degli appasiti centri.

La violenza solitamente si sviluppa in ambienti domestici, mentre sono pochissimi i maltrattamenti sul lavoro (2%). Le caratteristiche della vittima e del maltrattante delineano profili personali tipicamente “normali” non riconducibili ai connotati del disagio sociale. Per questo, e per la sua dimensione trasversale, la violenza di genere è un fenomeno complesso che va approfondito nello studio delle sue dinamiche e affrontato tramite un approccio multisettoriale che solo una rete organizzata può supportare. In questi anni sono stati fatti sicuramente dei passi avanti, le donne si stanno affermando sempre più in tutte le professioni, ma restano delle evidenti disparità soprattutto quando si tratta di ruoli apicali e stipendi.

Le donne, per poter arrivare ad una vera parità di genere – riferisce Latini – hanno bisogno di servizi di welfare a sostegno della famiglia, dei figli minori e della conciliazione tra tempi di vita e di lavoro. Alla base di tutto è però essenziale un cambiamento culturale a partire dalle nuove generazioni”.

E prosegue: “Al cambiamento culturale va affiancata ovviamente, un’efficiente azione di programmazione e supporto alla continuità e alla stabilità dei servizi, i quali, ad oggi, sono risultati essere concretamente utili alla donna per uscire dal suo vissuto violento. Nel contempo, occorrerà avviare azioni innovative sul versante dell’autore della violenza al fine di evitare la vittimizzazione secondaria delle donne stesse e dei loro figli. Insieme all’assessore alla Sanità Saltamartini inoltre, stiamo studiando nuove misure di welfare a sostegno della donna nella gestione della vita quotidiana tra figli, lavoro e spesso anche anziani bisognosi di assistenza. Procederemo infine al più presto – conclude l’assessore -, pandemia permettendo, al rinnovo del Forum Permanente contro le molestie e la violenza di genere, importante luogo di confronto tra le istituzioni, le associazioni e la società civile”.

Lorenzo Ceccarelli
Pubblicato Mercoledì 25 novembre, 2020 
alle ore 10:03
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!