MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Raccolta tartufi, le norme nelle Marche

Restrizioni dal passaggio in zona arancione

tartufo

“L’attività di cerca e raccolta dei tartufi, laddove rappresenta attività lavorativa, è consentita, nel rispetto delle norme sanitarie di prevenzione del contagio, anche al di fuori del proprio Comune di residenza, domicilio o abitazione, a condizione che il raccoglitore abbia sempre con sé il tesserino di abilitazione alla cerca e raccolta in corso di validità;

copia della ricevuta del versamento della tassa regionale dell’anno in corso; copia dell’attestazione del versamento per sostituto di imposta del modello F24 se non titolare di P.IVA specifica. La raccolta amatoriale o hobbistica dei tartufi nonché quella dei funghi può essere invece effettuata esclusivamente nel Comune di residenza”.

Lo sottolinea il vicepresidente della Regione Marche e assessore all’Agricoltura Mirco Carloni in riferimento all’ordinanza del Ministero della Salute con la quale la regione Marche è sottoposta alle misure restrittive della cosiddetta “zona arancione” di cui all’articolo 2 del DPCM 03 novembre 2020.

Regione Marche
Pubblicato Martedì 17 novembre, 2020 
alle ore 17:47
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!