MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Tutti con il naso all’insù per le stelle cadenti di autunno: sono le notti delle leonidi

La pioggia luminosa culminerà all'alba di mercoledì 18 novembre, con una dozzina di meteore visibili all'ora

Tutti con il naso all’insù anche nelle Marche. A breve, il cielo di novembre sarà illuminato dalla pioggia di stelle cadenti d’autunno, le Leonidi. Nelle notte a cavallo tra il 17 e 18 novembre, nuvole permettendo, infatti, lo sciame meteorico raggiungerà il suo picco di visibilità.

Le stelle cadenti d’autunno, ‘figlie’ della cometa Tempel-Tuttle, daranno vita a una debole pioggia luminosa che culminerà all’alba di mercoledì 18 novembre, con una dozzina di meteore visibili all’ora. La Luna si farà da parte per non interferire con lo spettacolo, che sarà ben visibile soprattutto dal nord Italia, mentre al centro-sud potrebbe essere oscurato da nubi e piogge portate dalla perturbazione.

“Le Leonidi prendono il loro nome dalla costellazione del Leone che ospita il loro radiante, ovvero il punto del cielo da cui prospetticamente sembrano staccarsi le loro scie”, spiega l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope.

Questo sciame autunnale è famoso perché di tanto in tanto genera vere e proprie ‘tempeste’ di meteore. “Sono memorabili quelle del 1833 e del 1866, mentre ai giorni nostri quelle del 1999 e del 2001”, ricorda l’esperto. “C’è una regolarità in questi eventi, dovuta ai 33 anni di periodo orbitale della cometa”. Dato che la Tempel-Tuttle è transitata al perielio (il punto più vicino al Sole) nel 1998 e che tornerà dopo 33 anni, “da qui al 2030 potremo aspettarci solo apparizioni modeste, con una dozzina di meteore all’ora, nell’attesa che dal 2031 il ritorno di dense nubi di detriti possa regalarci qualcosa di più”.

Per chi non volesse perdersi comunque lo spettacolo, “il consiglio è quello di osservare il cielo nell’ultima parte della notte fino all’alba, quando la costellazione del Leone è più alta sull’orizzonte, meglio se lontano dall’inquinamento luminoso delle città”.

Lorenzo Ceccarelli
Pubblicato Martedì 17 novembre, 2020 
alle ore 15:59
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!