MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

“Panico immotivato e generalizzato, un vero problema”

Cna Marche preoccupata per i danni economici del CoronaVirus

2.306 Letture
commenti
Otello Gregorini
La Cna Marche chiede l’approvazione di misure efficaci per contenere i danni diretti e indiretti che stanno subendo le imprese per il CoronaVirus.

Secondo la Cna Marche è prioritario risarcire le imprese la cui attività dovesse essere sospesa per effetto di leggi e ordinanze e lasciare liquidità alle imprese sospendendo i pagamenti contributivi, imposte e tasse per tutte le regioni interessate da provvedimenti restrittivi, comprese le Marche.
“Soprattutto”, sostiene il segretario Cna Marche Otello Gregorini: “non bisogna cedere a un panico immotivato e generalizzato. Le Marche stanno facendo tutto quello che serve per evitare il diffondersi del virus nella nostra regione, che ad oggi non presenta un focolaio endogeno ma solo un caso importato dalla Lombardia. Per ripartire va affrontata l’emergenza con serenità, adottando le precauzioni necessarie, senza enfatizzare la situazione”.
I problemi più seri, sottolinea la Cna, si stanno verificando per le strutture ricettive e le attività turistiche e della ristorazione marchigiana.
Stanno arrivando moltissime disdette dai Paesi esteri e dalle altre regioni e si teme una forte contrazione delle prenotazioni nelle prossime settimane, che incideranno pesantemente nel periodo delle ferie pasquali e nella prossima stagione turistica estiva.
Danni pesanti per le imprese balneari, e per quelle delle aree montane e delle città d’arte.
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!