MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Strade ex statali affidate all’Anas, soddisfatto il presidente delle Marche

Ceriscioli: "Così possiamo guardare con serenità al futuro". Casini: "Strade da preparare per l'inverno"

1.838 Letture
commenti
Marche, trasferiti ad Anas 531 km di strade prima gestite dalle province

Credo che per i cittadini che hanno bisogno di infrastrutture sia un’ottima notizia“. Così ha commentato il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli la convenzione firmata mercoledì 5 ottobre assieme al Presidente Anas Gianni Vittorio Armani e ai referenti di quattro Province marchigiane: Arduino Tassi (consigliere provinciale delegato di Ancona), Paolo D’Erasmo (Ascoli Piceno), Aronne Perugini (Fermo), Daniele Tagliolini (Pesaro e Urbino).

La convenzione prevede che tornino statali e in gestione ad Anas circa 531 km di strade ex statali ricadenti nel territorio della Regione Marche, attualmente in gestione alle rispettive Province.

L’atto che avvia il trasferimento delle competenze “ci permette di guardare con serenità al futuro – continua Ceriscioli. Strade più sicure, strade che servono la sicurezza, strade che in ogni momento dell’anno supportano le attività economiche, strade che ci servono per le relazioni umane. Sulle strade si giocano molte partite che riguardano il territorio e poter contare su una grande qualità in termini di manutenzione, programmazione, progettazione e intervento significa dare alla comunità tante risposte concrete negli aspetti economici, della sicurezza e umani della vita quotidiana“.

Marche, trasferiti ad Anas 531 km di strade prima gestite dalle provinceNella stessa giornata è stata firmata anche una seconda convenzione per la gestione in regime di “service” da parte di Anas di ulteriori 252 km di arterie regionali e provinciali che resteranno in capo agli Enti locali e territoriali.

Si tratta di un passaggio storico o ritorno storico molto importante – ha aggiunto l’assessore alle Infrastrutture Anna Casini – Le strade che avevano caratteristiche di strade statali tornano dunque all’Anas, l’ente che dovrà curare la loro manutenzione ed effettuare con tempestività gli interventi necessari. Abbiamo risolto tutto in tempi rapidi perché l’inverno è alle porte e le strade vanno preparate per eventuali emergenze legate al maltempo e alla neve“.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!