MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

L’Atalanta è a un passo dalla qualificazione alla prossima Champions League

Incredibile stagione dell'Atalanta, le ragioni del successo della Dea

805 Letture
commenti
calcio, giocatori, pallone

Il campionato di Serie A che sta per concludersi, eccezion fatta per la questione scudetto, ha regalato emozioni e sorprese a non finire. Sia in zona retrocessione che in zona Champions League la lotta è più serrata che mai e, dopo 37 partite di campionato, tutto sarà deciso all’ultima giornata. Quest’oggi ci soffermeremo ad analizzare la battaglia che imperversa nelle zone alte della classifica, nel tentativo di capire chi, alla fine, potrebbe riuscire a guadagnarsi l’accesso alla prossima edizione della Champions League.

L’incredibile stagione dell’Atalanta

Le prime due posizioni della classifica sono cristallizzate da inizio campionato. Mentre la Juventus si è laureata campione d’Italia con ben sei giornate di anticipo, il secondo posto del Napoli non è mai stato messo in discussione. Dal terzo al sesto posto in classifica, invece, regna il caos. Come ci racconta Sport Mediaset, sono ben quattro le squadre racchiuse in soli quattro punti e Atalanta, Inter, Milan e Roma saranno chiamate a giocarsi il proprio futuro all’ultima giornata. Se è vero che le milanesi e i giallorossi, tutto sommato, hanno condotto una stagione in linea con i pronostici della vigilia, è altrettanto vero che l’Atalanta si è resa protagonista di una stagione difficilmente prevedibile. Dopo un brutto avvio sia in campionato che in Europa, i bergamaschi hanno messo in fila una serie incredibile di risultati positivi che hanno permesso alla Dea di occupare stabilmente il terzo posto in classifica e di arrivare all’ultima giornata da favorita assoluta per l’accesso alla prossima edizione della Champions. Nell’ultima partita la Dea dovrà vedersela con un Sassuolo già salvo e, dando un’occhiata alle scommesse sul calcio, è la favorita assoluta per la vittoria dell’incontro che le garantirebbe l’accesso alla prossima edizione della Coppa dalle Grandi Orecchie.

Le ragioni dei successi della Dea

Sono molti anni che l’Atalanta viene definita come una “favola” ma, dando un’occhiata ai risultati, sembra proprio che più che di favola si debba parlare di una splendida realtà. Con mister Gasperini in panchina, sono ormai tre stagioni che i bergamaschi esprimono un gioco spettacolare, intenso, fatto di un permetto mix di qualità e forza fisica che ha permesso ai nerazzurri di giocarsela alla pari contro qualsiasi avversario in Italia e in Europa. A mister Gasperini va riconosciuto l’indubbio merito di essere riuscito a costruire un progetto vincente, in grado di esprimersi ad alti livelli a prescindere dai singoli interpreti. Nonostante la società bergamasca abbia deciso di cedere praticamente ogni anno i propri giocatori migliori, i risultati sono rimasti costanti nel tempo e, per la terza stagione consecutiva, la Dea si è garantita l’accesso alle coppe europee. Se, tuttavia, negli anni passati i nerazzurri avevano conquistato la qualificazione alla Europa League, questa volta sono ad un passo dall’accesso alla Champions League. Un risultato che avrebbe dell’incredibile ma che la società bergamasca meriterebbe pienamente per quanto fatto vedere sia dentro che fuori dal rettangolo verde.

In un calcio sempre più caratterizzato da acquisti milionari e da ingaggi monstre, l’Atalanta dimostra come sia ancora possibile fare bene senza spendere una fortuna sul mercato e senza ricorre all’indebitamento.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!