MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Risarcimenti alluvione 2022, tema in Consiglio regionale

"“Porteremo In consiglio regionale i temi posti dal Comitato alla commissione Ambiente del Senato"

1.308 Letture
commenti
Maurizio Mangialardi
“Come gruppo assembleare del Partito Demcoratico proveremo a portare in consiglio regionale le richieste presentate ieri dal Comitato 15 settembre alla commissione Ambiente del Senato attraverso una apposita mozione che fa seguito alle interrogazioni e agli atti già di indirizzo già presentati all’indomani dell’alluvione.

I temi inerenti il risarcimento totale dei danni, l’aumento dei massimali per arredi ed elettrodomestici, nonché la messa in sicurezza del territorio per fronteggiare fenomeni che ormai purtroppo si ripetono con elevata frequenza sono molto importanti e le Regioni, su questo sono d’accordo con il presidente Acquaroli, non sono dotate né degli strumenti né delle risorse necessarie. Ciò, ovviamente, non deve costituire per la Regione Marche un motivo di disimpegno e far retrocedere nella scala delle priorità la tutela dei diritti dei cittadini che hanno subito l’alluvione del 2022 e la realizzazione delle opere necessarie per la mitigazione del rischio idrogeologico”.
A dirlo è il capogruppo regionale del Partito Democratico Maurizio Mangialardi.
“Penso che – continua Mangialardi – se la Regione Marche, magari adeguatamente sollecitata dal Comune di Senigallia nella veste di ente capofila dei territori alluvionati, avesse tempestivamente sostenuto le proposte del Comitato per quanto concerne per esempio l’attivazione dell’Ufficio Speciale per il Misa e il Nevola, rimasto di fatto una scatola vuota, o avesse promosso, come da me sollecitato, la formazione di un Comitato istituzionale con i sindaci, i comitati e le associazioni di categorie, forse oggi potremmo raccontare una storia diversa. Probabilmente tutta una serie di procedure si sarebbero potute accelerare, ma anche nell’interlocuzione con il Parlamento e il Governo nazionale, sia i cittadini che le istituzioni locali avrebbero avuto un maggiore potere contrattuale. Spero che la mozione che andremo a presentare e che va esattamente in questa direzione possa trovare un consenso ampio, perché intorno a queste questioni non ci sono bandierine da piantare, ma solo risposte da dare, possibilmente recuperando i ritardi accumulati fino a oggi”.
Pd Marche
Pubblicato Giovedì 27 giugno, 2024 
alle ore 12:24
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!