MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Turismo Marche, +7,93% di arrivi stranieri nei primi otto mesi del 2023

Il presidente Acquaroli: "Siamo consapevoli che occorre lavorare molto sulla ricettività e sui servizi"

1.362 Letture
commenti
Il presidente regionale Acquaroli al TTG di Rimini

“Una sfida che a inizio stagione, maggio e giugno, sembrava molto difficile, per via degli eventi alluvionali e del meteo sfavorevole ma che invece fino a qui si può considerare vinta, anzi andata oltre le aspettative”.

È il primo commento del presidente Francesco Acquaroli al TTG di Rimini dove ha presentato i dati della stagione Gennaio-Agosto 2023 e che registrano un dato positivo su tutti: +7,93 di arrivi e +5,60 di presenze di stranieri nella nostra regione. Numeri che non erano scontati, appunto, se si considera che è il primo anno regolare post pandemia e che già nel 2022 i numeri del turismo nelle Marche avevano superato il 2019, tendenza che sembra riconfermarsi. Tutto ciò a fronte di dati che complessivamente tengono, con una leggera flessione complessiva di arrivi di – 0,86 molto più contenuta rispetto a quella generalizzata in Italia. In totale i turisti nelle Marche arrivati da inizio anno fino ad Agosto sono stati 1.942.007 per gli arrivi e 8.764.547 per le presenze.

“Dati tutto sommato di tenuta e insieme di crescita molto soddisfacenti e significativi che testimoniano la bontà di molte scelte strategiche – ha aggiunto il presidente Acquaroli – soprattutto se si considera che sono stati registrati prima dell’incidenza dei nuovi voli e la riapertura delle destinazioni internazionali che hanno condizionato il turismo in linea generale. Certamente dati che da soli non bastano perché siamo consapevoli che occorre lavorare molto sulla ricettività e sui servizi, continuando ad investire in promozione in Italia, in Europa e soprattutto a costruire un sistema turistico che si sta sempre più compattando verso scelte condivise. Grazie anche a un brand unico che permette una riconoscibilità immediata e una visibilità importante.”

Anche il direttore dell’Atim, Marco Bruschini, nel corso della presentazione ha parlato di “validità delle scelte operate che hanno portato a risultati sperati: dal brand Let’s Marche unico per le Marche plurali , che sta ricevendo ottimi riscontri, allo stand rinnovato – 460 mq e un soppalco/attico di 100 mq in cui sono presenti trenta aziende. Abbiamo osato – ha detto Bruschini – con questo nuovo allestimento ma l’afflusso di persone ci sta confermando l’entusiasmo con cui vengono accolte le Marche del turismo ed è motivo di grande soddisfazione. “

Oltre all’illustrazione dei numerosi eventi di Pesaro Capitale della Cultura 2024 ad inizio mattinata, la seconda giornata del TTG Rimini, nello stand delle Marche, si è caratterizzata per il progetto, ideato dall’ATIM “Firmamento di stelle” e già avviato alla BIT di Milano. Gli chef stellati marchigiani, Nikita Sergeev, Davide di Fabio, Pierpaolo Ferracuti ed Errico Recanati, collaborano con il sistema turistico e promuovono l’immagine della regione, dando una spinta in più all’attrattività della nostra regione sotto il profilo della qualità enogastronomica. In questa occasione un menù tributo al tartufo, attrattore principe per le Marche, definito “paladino del gusto” e ambasciatore di un’offerta di destagionalizzazione . “Gli chef trasmettono il senso dell’eccellenza – ha aggiunto il presidente Acquaroli – ma rappresentano anche compiutamente la sintesi delle buone tradizioni dei territori”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!