MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Quasi 3.000 persone controllate dalla Polfer delle Marche

I dati dell'ultima settimana

Polfer

3 indagati e 2.876 persone controllate, 188 pattuglie impiegate in stazione e 36 a bordo treno, per un totale di 82 convogli ferroviari presenziati. 15 servizi antiborseggio in abiti civili, sia in stazione che sui convogli e 13 servizi automontati lungo linea e nelle stazioni prive del presidio fisso di Polizia Ferroviaria, 1 minore non accompagnato rintracciato dal personale della specialità e affidato ai servizi sociali. 3 provvedimenti di polizia richiesti attinenti le misure di prevenzione.


Sono questi i risultati dell’attività svolta nel corso della settimana appena trascorsa che ha visto un’intensificazione dei servizi di vigilanza da parte delle donne e degli uomini della Polizia di Stato in servizio presso il Compartimento Polizia Ferroviaria per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo, sia all’interno delle stazioni che a bordo dei treni nell’ambito delle tre regioni di competenza territoriale, per garantire la sicurezza dei cittadini e dei viaggiatori attraverso la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni delittuosi.

In particolare, nella stazione di Ancona la Polfer ha rintracciato un minore che, dopo essere salito in treno dalla stazione di Cattolica, si era addormentato per poi ritrovarsi nella stazione di Ancona. Il ragazzino è stato preso in custodia dagli Agenti e successivamente affidato ai servizi sociali in attesa di ricongiungersi con la propria famiglia.

Di tutt’altro tenore invece l’intervento degli operatori Polfer sempre nello scalo dorico, che si sono trovati a fronteggiare 5 ragazzi, di cui tre in evidente stato di ubriachezza e che, alla vista dei poliziotti, hanno tentato di eludere il controllo. Nei loro confronti è scattato il provvedimento di allontanamento dall’impianto ferroviario, oltre alla sanzione amministrativa prevista per l’ebbrezza alcolica.

Curioso poi l’intervento della Polfer di Ancona che ha soccorso un ragazzo francese di 36 anni seduto a terra con evidenti dolori agli arti inferiori. L’uomo ha spiegato agli Agenti che il dolore alle gambe era frutto del cammino di tre giorni, senza sosta, iniziato a Pescara. Sul posto è stato fatto intervenire un equipaggio del 118 che ha prestato le cure del caso al giovane.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!