MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Pubblicati i nuovi bandi regionali su turismo, rievocazioni storiche e comprensori sciistici

Il presidente Acquaroli: "Quello del turismo è un settore segnato dalle conseguenze della pandemia"

1.636 Letture
commenti
Francesco Acquaroli

Nuova spinta al turismo marchigiano dai bandi che la Regione ha appena avviato, nell’ambito del Programma annuale di interventi del settore. Si parte da quello per l’accoglienza turistica, uno dei fattori fondamentali per rendere una vacanza attraente, ricca di esperienze ed imprimere un ricordo positivo nel turista.

“Interveniamo con questa iniziativa – spiega il presidente della Regione Marche, con delega al Turismo, Francesco Acquaroli – per sostenere progetti, iniziative o eventi capaci di valorizzare l’offerta turistica territoriale, attraverso la cultura, le tipicità o l’ambiente. Ma anche su alcuni settori più specifici che rappresentano una peculiarità. Nelle prossime settimane ne saranno avviate altre. Quello del turismo – continua Acquaroli – è un settore segnato dalle conseguenze della pandemia. Tenuto conto di questo ed anche in considerazione dei necessari cambiamenti determinati dalle nuove esigente dettate dalla domanda turistica, vanno sostenuti sia eventi di grande rilievo, capaci di attirare flussi di turisti, sia iniziative, manifestazioni ed eventi più contenuti e diffusi sul territorio”.

Il bando Accoglienza è rivolto agli enti locali, enti pubblici, associazioni di categoria del settore, associazioni Pro loco iscritte all’albo regionale, associazioni senza scopo di lucro con finalità turistiche e storico-culturali, altre associazioni senza scopo di lucro.

La scadenza è fissata al prossimo 16 giugno. La domanda va presentata telematicamente a https://procedimenti.regione.marche.it/Pratiche/Avvia/13456.

Il secondo bando riguarda invece la concessione di incentivi a sostegno di azioni di promozione tramite gli operatori per l’incoming Marche. I beneficiari che possono partecipare all’intervento sono i tour operator e le agenzie di viaggi iscritti, alla data di scadenza del bando, all’elenco OTIM (Operatori Turistici Incoming Marche) istituito presso la Regione Marche.

Il contributo massimo che potrà essere concesso ad ogni singolo operatore è di 5.000 euro e gli interventi ammissibili a contributo sono di due tipologie: per attività di accoglienza di tipo esperienziale e per attività di promozione del “prodotto Marche”. Le domande per richiedere il contributo potranno essere presentate fino al 30 giugno.

Gli operatori interessati dovranno presentare richiesta di contributo esclusivamente attraverso la piattaforma web ProcediMarche accedendo al seguente indirizzo: https://procedimenti.regione.marche.it/Pratiche/Avvia/13762.

Un’attenzione particolare è poi rivolta alle rievocazioni storiche, attraverso un terzo bando a favore di enti locali ed organismi diversi, iscritti al calendario regionale 2022-2023 delle suddette manifestazioni. Le domande dovranno pervenire alla Giunta Regione Marche – Settore Turismo entro il 30 giugno e dovranno essere inviate esclusivamente tramite pec a questo indirizzo: regione.marche.funzionectc@emarche.it – utilizzando la modulistica apposita (Allegato 2 – DOMANDA 2022 e Allegato 3 – DOMANDA 2023). La modulistica necessaria potrà essere scaricata dal sito della Regione Marche all’indirizzo http://www.regione.marche.it/Entra-in-Regione/bandi oppure essere richiesta agli uffici del Settore Turismo.

Per le manifestazioni ancora non iscritte all’elenco regionale delle rievocazioni storiche è possibile richiedere l’inserimento dell’evento nel calendario regionale con le modalità e la modulistica presenti sul sito www.regione.marche.it compatibilmente con le tempistiche e le scadenze previste nel presente bando.

Un ultimo bando riguarda l’erogazione di contributi a fondo perduto per imprese turistiche localizzate nei Comuni ubicati all’interno di comprensori sciistici. Si tratta di risorse statali pari a € 4.485.759,00 che la Regione Marche provvederà ad assegnare sulla base di criteri di suddivisione dei Comuni interessati in tre diverse fasce: A, B e C. Possono presentare richiesta di contributo solo le imprese aventi sedi operative situate in uno dei Comuni compresi nelle 3 fasce e con codici ATECO di attività prevalente, già individuati in maniera distinta per ognuna delle fasce previste. Il contributo è concesso nel caso di perdita del volume di affari di almeno il 30% per l’anno 2020 rispetto agli anni precedenti. E’ possibile presentare richiesta per un contributo forfettario ovvero dichiarando e documentando la perdita subìta. Per presentare domanda è necessario verificare le condizioni dettagliate nel bando.

La domanda va presentata entro il 20 giugno per via telematica tramite il portale regionale Procedimarche, accedendo a questo indirizzo:

https://procedimenti.regione.marche.it/Pratiche/Avvia/13321

Per informazioni sui bandi: https://www.regione.marche.it/turismo/Bandi

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!