MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Regione Marche: approvata proposta di legge per Fabriano Città simbolo di carta e filigrana

Riconosciute anche Ascoli Piceno e Pioraco. Previsti interventi per valorizzare e tutelare la cultura, le tecniche, i laboratori e i musei

Lavorazione della carta a mano

Via libera all’unanimità nella seduta della Prima commissione affari istituzionali-cultura, presieduta da Renzo Marinelli (Lega), alla proposta di legge “Riconoscimento di Fabriano come Città della carta e della filigrana e di Ascoli Piceno e Pioraco Città della carta”.

Sottoscritta da tutti i consiglieri della maggioranza, relatrici Chiara Biondi (Lega), prima firmataria, e Simona Lupini (M5s), la legge, composta da sette articoli, riconosce “la produzione della carta e della filigrana bene significativo e distintivo dell’identità regionale, volano per lo sviluppo culturale, turistico, produttivo delle Marche”.

Per attuare le sue finalità di promozione, valorizzazione e tutela, la norma prevede il sostegno a convegni, eventi, spettacoli dal vivo, mostre, ricerche, percorsi formativi. In programma lo sviluppo di reti museali e itinerari turistici a tema, anche con il coinvolgimento di tutti gli altri comuni marchigiani testimoni della produzione.

“Questa leggespiega la consigliera Biondiè un traguardo per tutte le Marche. Tra gli aspetti più importanti c’è quello della formazione, perché se non formiamo nuovi Mastri Cartai e Mastri Filigranisti, rischiamo di perdere una tradizione secolare. Saranno valorizzate per questo anche le botteghe artigiane, offrendo opportunità occupazionali, e sono previste iniziative per attivare presso l’UNESCO la procedura per il riconoscimento della fabbricazione della carta e della filigrana come ‘bene immateriale dell’umanità’. Grande attenzione anche per la tutela e la conservazione del patrimonio artistico e culturale”.

Nell’articolato la Regione istituisce il “Premio internazionale della filigrana” e promuove la realizzazione di un “Festival della carta”. Commento positivo anche da parte della consigliera Lupini, anche lei firmataria della legge, “la carta e la filigrana costituiscono una ricchezza e un patrimonio storico della massima importanza per tutte le Marche. Adesso possiamo compiere un significativo salto di qualità dando ampio respiro a questa tematica”. La legge si concretizzerà in un programma annuale di interventi adottato dalla Giunta regionale, in collegamento con i settori beni e attività culturali, internazionalizzazione, turismo, industria e artigianato, formazione. Nel corso della seduta la Commissione ha provveduto anche alla predeterminazione di requisiti per una serie di nomine in scadenza.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!