MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Contagi da Covid al lavoro: quasi il 71% sono donne

I dati delle Marche: "il 30.9% ha tra i 50 e i 64 anni"

1.193 Letture
commenti
Lavoro, imprese, giovani, donne, finanziamenti, start up

Come certificano i dati INAIL, riferiti alla prima ondata di pandemia, la maggior parte delle denunce di infortunio al lavoro da COVID-19 attiene alle donne: nelle Marche le denunce di contagio sono state 1.416, delle quali 1.033 sono state presentate da donne, il 70,7% del totale.


Il 30,9% delle donne che hanno contratto il virus durante il lavoro ha un’età compresa tra i 50-64 anni e il 26,8% tra i 35-49 anni.

Infermiere, operatrici socio-sanitarie, ausiliare ospedaliere e operatrici socio assistenziali sono tra le figure professionali più colpite.

“Anche questi dati sono da ricordare a dimostrazione di come le donne siano colpite su più fronti dalla pandemia e di come l’emergenza sanitaria rischi di acuire le disuguaglianze di genere. – precisano le Segretarie di Cgil Cisl e Uil Marche – Il contesto del lavoro nelle Marche, tra l’altro, vede da anni fortemente penalizzate le donne, in termini di occupazione, di qualità del lavoro, di valorizzazione delle competenze.

In una situazione così complessa ribadiamo erilanciamo il nostro impegno a tutela dei diritti delle donne e del lavoro delle donne e per l’attuazione della Convenzione 190 dell’OIL sulle molestie e violenze nel mondo del lavoro”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!