MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Serie A 2020/2021: gli allenatori dei 20 club tra certezze e possibili exploit

Il valzer delle panchine sembra finalmente terminato

761 Letture
commenti
calcio, giocatori, pallone

Il 19 settembre comincerà il nuovo campionato e il valzer delle panchine sembra finalmente terminato.

Molti tecnici sono stati confermati e le quote Serie A sono già disponibili, ma non si può ignorare che diversi allenatori anche piuttosto importanti hanno conosciuto l’esonero proprio di recente. Di sicuro, fra i mister che continueranno a popolare la scena del calcio italiano ci sarà Gian Piero Gasperini, allenatore dell’Atalanta. Non potrebbe essere altrimenti dopo aver ottenuto il miglior attacco dell’anno scorso e aver sfiorato la semifinale di Champions League.

A Benevento ci sarà Filippo Inzaghi, autore della promozione dei campani. Anche Sinisa Mihajlovic a Bologna non si cambia, dopo due salvezze consecutive. A Cagliari è arrivato da poco l’ex tecnico della Roma Eusebio Di Francesco, che ha sostituito Walter Zenga e ha ritrovato Radja Nainggola. A Crotone è stato confermato Giovanni Stroppa, il cui obiettivo sarà chiaramente la salvezza. La Fiorentina ritenterà l’accesso in Europa con Giuseppe Iachini, mentre al Genoa il mister Davide Nicola ha dovuto lasciare il posto a Rolando Maran, a dispetto della permanenza in A tanto faticosamente conquistata.

Le big italiane hanno fatto discutere non poco nelle ultime settimane. Antonio Conte è sceso a patti con la dirigenza nerazzurra dopo aver minacciato l’addio al termine della finale di Europa League, persa contro il Siviglia. Indubbiamente, però, i media hanno dovuto dare ancor più risalto al ribaltone in casa Juventus: subito dopo l’eliminazione dalla Champions League, Maurizio Sarri è stato esonerato e si è visto sostituire da Andrea Pirlo, eletto pochi giorni prima tecnico dell’Under 23 e alla sua primissima esperienza da allenatore.

Nel nome della continuità, invece, la Lazio proseguirà con Simone Inzaghi, che dovrà essere abile a gestire uomini e risorse in una stagione che metterà i biancocelesti di fronte agli impegni di Champions. Gli stessi che il Milan sta inseguendo ormai da 7 anni: gli ultimi mesi con Stefano Pioli in panchina hanno preso in contropiede la dirigenza rossonera, già pronta a scegliere un nuovo allenatore. Il “Diavolo” potrà contare anche sul redivivo Zlatan Ibrahimovic e battaglierà sicuramente per le zone alte della classifica. Il Napoli, fresco vincitore della Coppa Italia, andrà avanti con Gennaro Gattuso, anche se c’è da riconoscere che la rosa azzurra sta sostenendo diverse cessioni illustri in questo periodo.

A Parma Fabio Liverani ha preso il posto di Roberto D’Aversa. La Roma, invece, ha confermato Paulo Fonseca nonostante la prima annata del tecnico portoghese nella capitale abbia vissuto alti e bassi. Nella Sampdoria il mister sarà ancora Claudio Ranieri, così come al Sassuolo ci sarà Roberto De Zerbi, diventato ormai un modello da seguire anche per gli ex calciatori che aspirano a una futura carriera da allenatore. Lo Spezia parteciperà per la prima volta alla Serie A e non ha potuto fare a meno di confermare meritatamente Vincenzo Italiano. Al Torino è arrivato da poco Marco Giampaolo, esonerato l’anno scorso dal Milan e rimasto fuori dalle scene per parecchi mesi. L’Udinese proseguirà sulla sua strada con Luca Gotti, che ha ottenuto la salvezza con alcune gare di anticipo e senza mai rischiare realmente di finire invischiata nella lotta per la retrocessione. Infine, il Verona ha confermato Juric.

Redazione Marche Notizie
Pubblicato Martedì 15 settembre, 2020 
alle ore 16:56
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!