MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Basket: il girone delle marchigiane di B

Le rivali delle 6 nostre portacolori

3.680 Letture
commenti
basket, pallacanestro

Fabriano su tutte? Può darsi, ma occhio a Cividale, Roseto e San Vendemiano.


Il girone della serie B comunicato nei giorni scorsi è rimasto il C per le 6 marchigiane, ma sono cambiate molte avversarie, per l’arrivo di venete e friulane dal girone B.

I roster sono ancora in costruzione e non manca chi è ancora indietro in sede di mercato, ma uno sguardo alle rivali delle nostre si può già dare.

A balzare subito all’occhio è la qualità molto elevata dei coach.
Ce ne sono diversi che hanno allenato in A2 o che hanno avuto una importante carriera in serie A, come Paolini di Senigallia, Zanchi di Giulianova e soprattutto Pillastrini di Cividale: il tecnico di Ferrara ha lasciato un segno importante in massima serie sia alla Scavolini (2000-2002) che alla Sutor Montegranaro (2003-2007, 2010-11) ed è la prova concreta delle ambizioni dei friulani, neopromossi dopo aver acquisito il titolo sportivo di Valsesia. Sembra molto competitiva anche Roseto, che ha inserito giocatori top della categoria come Pastore, Di Emidio e Serafini ma soprattutto l’ex Civitanova Valerio Amoroso, un «crack» nonostante i 40 anni.

Occhio pure ai trevigiani di San Vendemiano, lo scorso anno secondi nel girone B al momento dello stop per il covid: rispetto alla squadra del 2019-2020 in quintetto c’è Giacomo Siberna, senigalliese cresciuto però in Lombardia dove ha sempre giocato fino allo scorso anno.

È reduce da una buona stagione pure la Virtus Padova, che schiera l’ex giovanili Vuelle Bocconcelli e l’ex pivot di Fabriano Ivan Morgillo.

L’impressione è che comunque in questo girone Fabriano ed Ancona abbiano tutte le carte in regola per lottare in alto, così come Jesi sia pienamente competitiva per un posto nei playoff.
Playoff a cui è stata a lungo abbonata anche Senigallia, da 19 anni consecutivi in categoria, fino allo scorso torneo, quando per la prima volta fu costretta a lottare nelle parti basse: dopo le difficoltà nel reperire risorse dell’estate la Goldengas – che avrà probabilmente il budget più basso delle 16 – come primo obiettivo non potrà che avere la salvezza, con un quintetto che, pur da completare, sarà praticamente identico a quello dello scorso anno. Per conquistarsi la permanenza le avversarie potrebbero essere Teramo, l’altra squadra di Padova (Unione), Mestre, Giulianova, Vicenza e tra le marchigiane, Montegranaro.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!