MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Le Marche, regione di welfare agricolo

Il 7% delle imprese che si occupano di agricoltura sociale sono nel nostro territorio

1.116 Letture
commenti
Giovani e anziani

Il 5,2% dei marchigiani ha difficoltà di accesso a servizi come, ad esempio, quelli dedicati all’infanzia o agli anziani.

Tant’è che mentre, in generale, quasi 9 italiani su 10 (89%) sognano l’agricolonia per i propri figli, solo il 16% dei bambini fino a due anni di età usufruisce del nido.

Servizi presenti, per altro, solo nella metà dei Comuni marchigiani lasciando sguarnite intere aree, soprattutto nell’entroterra.

È quanto emerge da una analisi di Coldiretti Marche rispetto al report di “La vera agricoltura sociale fa bene all’Italia” su dati di Fondazione Univerde e Istat. Ma non ci sono solo i servizi per l’infanzia.

La nostra regione accoglie il 7% delle imprese che si occupano di agricoltura sociale. Tra servizi educativi, didattici, inserimenti lavorativi, centri diurni, assistenza al disagio, progetti di longevità attiva sono 50 le aziende agricole iscritti all’apposito elenco regionale e se si considera la superficie agricola utilizzata per queste attività le Marche figurano al terzo posto nazionale dietro a Puglia e Piemonte, le regioni con il maggior numero assoluto di realtà.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Vent'anni di SVIM - Vent'anni di progetti e investimenti per lo sviluppo delle Marche