MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

L’assessora Bora ha ricevuto la delegazione russa di Lipetsk

“Russia mercato di riferimento del Made in Italy”

1.756 Letture
commenti
Manuela Bora - foto Bruno Severini

L’assessora all’Internazionalizzazione, Manuela Bora, ha ricevuto, a Palazzo Raffaello, la delegazione russa della Regione di Lipetsk che parteciperà, nel pomeriggio, al workshop promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi. L’incontro ha consentito di anticipare gli argomenti che verranno affrontati nel corso del seminario, dedicato alla conoscenza delle nuove opportunità offerte dal mercato russo e ad approfondire le strategie più adeguate per coglierle.

I settori coinvolti sono quelli siderurgico e automotive, elettrodomestici, tecnico industriale, macchine utensili, zootecnico, agroindustriale, ecologico e farmaceutica. L’assessora Bora ha ribadito l’importanza dei rapporti tra le Marche e la Regione di Lipetsk che risalgono ai primi anni del 2000, quando il grande investimento produttivo dell’Indesit portò all’acquisizione della locale Stinol (azienda russa produttrice di elettrodomestici) e alla realizzazione del progetto Tacis (internazionalizzazione del distretto marchigiano della meccanica ed esportazione del modello del centro servizi Meccano).

La regione russa è pronta ad accogliere, con le sue Zone economiche speciali (Zes), le imprese marchigiane, soprattutto della meccanica e la Federazione si conferma una delle destinazioni economiche più importanti del Made in Italy e, quindi del Made in Marche – ha evidenziato l’assessora – È importante che la Russia rimanga un mercato di riferimento per le esportazioni delle imprese marchigiane, caratterizzate da un tessuto produttivo principalmente manifatturiero”.

La delegazione era composta da Sergei Charonin (direttore dipartimento per l’attrazione degli investimenti di Lipetsk), Dimitrii Dudarev (direttore generale Zes Lipetsk), Kirill Ryzhkov (capo dipartimento investimenti Zes Lipetsk), Yuri Sukhinin (direttore aziendale della Kompleks Elektro).

Charonin ha ringraziato le Marche per “la tenacia mostrata nello sviluppare i rapporti con la nostra regione. In vent’anni Lipetsk è cambiata e cerchiamo di rapportarci con l’Italia nel contesto di una situazione internazionale difficile. Saremo sempre grati all’Italia, in quanto la prima fabbrica della Zes era di una società italiana. Siamo pronti a spalancare le porte perché crediamo nel Made con Italy”. Il console onorario della Federazione russa, Marco Ginesi, ha sottolineato la necessità di “rivisitare l’approccio della collaborazione datata di vent’anni. L’obiettivo è fare insieme, non la conquista commerciale dei territori. Occorre abbandonare le paure, solo con il dialogo e gli incontri si costruisce qualcosa di nuovo”.

La Regione di Lipetsk (capoluogo è la città di Lipetsk con 550 mila abitanti) conta una popolazione di 1,5 milioni di persone. È considerata un delle regioni con le migliori performance di crescita negli ultimi quindici anni.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!