MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Operatori della cooperazione, le Marche a Roma

La nostra regione all'Expo previsto dal 15 al 17 maggio

Il palazzo della Regione Marche

La Regione Marche partecipa, dal 15 al 17 maggio, a Roma, all’Expo della Cooperazione internazionale – Exco2019 – prima e unica manifestazione globale dedicata alle soluzioni innovative a disposizione degli operatori della cooperazione allo sviluppo, ideata e organizzata da Fiera Roma assieme a Diplomacy e Sustainaway.

La manifestazione, nelle parole dell’assessora alla Cooperazione Internazionale delle Marche, rappresenta una vetrina sulle attività del sistema territoriale della cooperazione allo sviluppo.

La Regione Marche (unica tra quelle partecipanti) ha deciso di condividere il proprio stand (“Dalla cooperazione decentrata ai partenariati territoriali”) con Marche Solidali, il network marchigiano delle associazioni di cooperazione e solidarietà internazionale che conta oltre 30 associazioni membre.

La manifestazione di Roma, secondo l’assessora, costituisce una vetrina della cooperazione internazionale allo sviluppo italiana ed europea, luogo in cui i molteplici protagonisti del sistema si incontrano, si raccontano, creano e consolidano relazioni, sviluppano iniziative e progetti anche al fine di sostenere investimenti e coordinare strategie d’intervento per lo sviluppo sostenibile nei Paesi terzi, con particolare riferimento al continente africano.

“Le Regioni italiane per la cooperazione internazionale” è il titolo dell’area espositiva dove Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Toscana e Umbria sono presenti con i propri stand, al centro del Padiglione 9, insieme ad altri soggetti istituzionali, tra i quali il ministero dell’Ambiente e Ice.

È ormai indubbio – sottolinea l’assessora marchigiana – il protagonismo che le autonomie territoriali hanno assunto nel panorama della cooperazione internazionale, entrando a fare parte degli enti che partecipano alle relazioni internazionali. La riscrittura dei rapporti sociali, dei valori, della mobilità e della geografia che accompagna le trasformazioni in atto, ha segnato la nascita di una nuova società civile globale e di un nuovo rapporto tra economia, società e istituzioni che ha assunto il territorio come snodo strutturale del funzionamento dell’economia globale.

Alle autonomie territoriali – continua l’assessora – viene riconosciuto il proprio ruolo di portatori di un valore aggiunto specifico per la cooperazione trans-locale che si esprime nella formazione di partenariati territoriali tra i soggetti del Nord e del Sud del mondo e nel rafforzamento di forme di governance decentrata.

Nel corso dell’Exco le Regioni organizzano, presso la sala comune dello stand delle Regioni, (Padiglione 9) quattro momenti pubblici di dialogo e condivisione finalizzati a porre l’accento su alcune tematiche di particolare rilevanza per i contesti regionali e i partenariati territoriali. In particolare le Marche, co-organizzano insieme al Lazio, il seminario tecnico sulla collaborazione tra imprese e Regioni italiane nella cooperazione internazionale (giovedì 16 maggio 2019 – 10.00-13.30), dove verrà illustrato il piano triennale integrato sulle attività internazionali della Regione Marche, in fase di approvazione da parte del Consiglio regionale. Info su http://www.exco2019.com

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!