MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Lavoro all’estero, le Marche aderiscono al progetto europeo di formazione professionale

Bravi: “Formare professionisti per promuovere e facilitare la mobilità all’estero dei giovani”

1.487 Letture
commenti
Loretta Bravi

La Regione Marche aderisce al progetto europeo denominato WBL Mob – Strengthening VET professionals for promoting Work Based Learning mobility practices, nell’ambito Erasmus+, finalizzato al potenziamento dei professionisti dell’istruzione e formazione professionale per la promozione di esperienze di apprendimento basato sul lavoro all’estero.

L’idea progettuale – spiega l’assessore all’Istruzione, alla Formazione e al Lavoro, Loretta Bravi si pone l’obiettivo di favorire un percorso comune e diffuso per la formazione dei professionisti WBL finalizzato a promuovere e facilitare la mobilità all’estero dei giovani. Il progetto, a cui la Regione aderisce in qualità di partner – specifica l’assessore Bravi – intende definire e rafforzare il ruolo del formatore come figura centrale per la progettazione, lo sviluppo e la gestione dei percorsi progettuali all’estero”. Un programma innovativo – rimarca l’assessore – per sperimentare “un sistema integrato di formazione per professionisti che potranno acquisire le competenze necessarie a sviluppare e gestire azioni di apprendimento basato sul lavoro all’estero”.

Il partenariato comprende, oltre alla Regione Marche, il coordinatore Co.Meta srl, e i partner Berlink (De), The Pedagogical University of Krakow (Pl), Semper Avanti (Pl), Stichting Kenniscentrum Pro Work (Nl) e Camara de Comercio de Espana (Es).

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!