MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Diritto allo studio, polemica maggioranza-opposizione nel Consiglio Marche

Seduta interrotta martedì 11 ottobre per la mancanza del numero legale

1.762 Letture
commenti
L'ERSU di Macerata, in viale Piave

“Le assenze che oggi, 11 ottobre, in Consiglio regionale hanno portato a far mancare il numero legale, dopo che le forze della minoranza hanno abbandonato l’Aula, erano note fin dall’apertura della seduta – che è infatti iniziata con quattordici consiglieri della maggioranza – in quanto legate a cause di forza maggiore. Per tanto, qualsiasi tentativo di parlare di defezioni, di mancanza di interesse, di incapacità di governo o qualsiasi altra arrampicata sugli specchi da parte delle opposizioni fallisce ridicolamente”.

Così il capogruppo PD della Regione Marche, Gianluca Busilacchi, chiarisce la natura delle assenze registrate oggi nella seduta dell’Assemblea legislativa regionale, che si è interrotta sul nodo della pdl per la proroga degli Ersu.

“Come noto – specifica Busilacchi – Presidente e Vice Presidente della Regione erano impegnati con il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, nelle zone terremotate, l’Assessore alle politiche europee si trova a Bruxelles per impegni precedentemente assunti e un nostro consigliere regionale era assente perché a casa influenzato. Dunque, la minoranza, conscia come noi della situazione fin da inizio seduta, ha alimentato provocatoriamente un dibattito aggressivo e strumentale, andando anche fuori tema, visto che la pdl in discussione oggi era relativa alla proroga degli Ersu e non al merito della riforma, per poi abbandonare l’Aula al momento del voto. Si sono divertiti a prenderci in giro, come spesso fanno, dando un triste spettacolo, non degno del contesto istituzionale di cui fanno parte. In questo modo, però, prendono in giro anche i cittadini marchigiani che, come noi, si aspettano qualcosa di più serio che uno sbiadito e ormai consumato numero di avanspettacolo”.

“In questo modo – conclude Busilacchi – i consiglieri di minoranza si sono assunti scientemente la responsabilità di far mancare il numero legale, disinteressandosi degli effetti che la mancata proroga produrrà per il sistema del diritto allo studio”.

-Nella foto di repertorio l’Ersu di Macerata

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!