MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

“Serve un coordinamento della ricostruzione”

"Ci sono richieste e necessità molto stringenti"

1.207 Letture
commenti
Maurizio Mangialardi

Varare un coordinamento della ricostruzione che, una volta munito di un metodo e di un calendario stringente di lavoro, deve diventare l’unico e tavolo di collegamento tra commissario, Anci e Regioni, garantendo il raccordo con i Comitati istituzionali regionali.

Questa la richiesta primaria emersa dall’incontro che il presidente dell’Anci Antonio Decaro le delegazioni di Anci Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria hanno avuto con il sottosegretario alla Ricostruzione Vito Crimi nella sede nazionale dell’Associazione.

All’incontro, hanno preso parte il capo Dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli e il commissario alla Ricostruzione Piero Farabollini.

“La posizione dell’Anci rappresentata dal presidente Decaro è sempre stata molto ferma nella necessità di recuperare una paralisi che dura da oltre un anno – ha detto Maurizio Mangialardi, in qualità di coordinatore delle Anci regionali e presidente di Anci Marche.

Tra le richieste da chiarire c’è la definizione della perdita di gettito IMU/TASI di ciascun comune e della TARI, provvedendo al ristoro del fondo messo a disposizione altrimenti i comuni non riescono a garantire i servizi minimi.

“Le richieste e le necessità sono molto stringenti ha aggiunto Mangialardi – e su queste dobbiamo essere un interlocutore ad una sola voce, quella appunto della cabina di coordinamento”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!