MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

“Tolleranza zero per chi diffonde menzogne e tratta i minori come cavie”

Nobili: "Prima di essere un’idiozia è un’aggressione alla scienza ed all’intelligenza, un pericolo per la comunità"

1.172 Letture
commenti
Vaccini

Durissima presa di posizione del Garante regionale dei diritti in relazione ad un annuncio postato su facebook da un no vax alla ricerca di un bambino affetto da parotite, residente nelle Marche o in zone limitrofe, per effettuare un esperimento.

Durissima presa di posizione del Garante regionale dei diritti, Andrea Nobili, in relazione alla notizia delle ultime ore riguardante un annuncio postato su facebook da un no vax alla ricerca di un bambino affetto da parotite, residente nelle Marche o in zone limitrofe, per effettuare un esperimento. La stessa persona, che non risulterebbe avere alcun titolo accademico, è anche noto negazionista dell’Aids. “Tolleranza zero – sottolinea Nobili – nei confronti di chi fa una propaganda oscurantista di posizioni pericolose per la salute pubblica e, cosa ancora più inaccettabile, chiama in causa minori come se fossero cavie”.

Secondo Nobili “disconoscere i risultati ottenuti nella cura delle malattie infantili con i vaccini, prima di essere un’idiozia è un’aggressione alla scienza ed all’intelligenza, un pericolo per la comunità e per la tutela dei nostri ragazzi. Come lo è negare l’esistenza dell’Aids e l’efficacia dei farmaci antiretrovirali, soprattutto alla luce del comprovato aumento dei casi di infezione. Voglio sperare che non vi siano risposte positive da parte di genitori che sposano la stessa causa di questo signore e voglio credere che, una volta per tutte, sia messa in campo ogni azione possibile nei confronti di chi diffonde soltanto menzogne”.

Regione Marche
Pubblicato Mercoledì 27 febbraio, 2019 
alle ore 13:59
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!