MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

“Inaccettabile la disparità fiscale nella rottamazione delle cartelle esattoriali”

Paventata azione legale nelle Marche contro Equitalia

1.722 Letture
commenti
Equitalia

Un’azione collettiva contro la disparità fiscale nella rottamazione delle cartelle esattoriali.

La annuncia in regione Comitas (associazione delle piccole e micro-imprese) che, coadiuvata dal Codacons, sta preparando le carte per una battaglia legale contro Equitalia in favore delle piccole imprese e dei contribuenti delle Marche.

“In base ai numeri ufficiali dell’ente poco più di un contribuente su 2 (il 56%) di chi ha fatto domanda di definizione agevolata delle cartelle con importi oltre 100mila euro ha poi effettivamente aderito con un pagamento alla rottamazione – spiegano Comitas e Codacons – .L’altra metà non è riuscita a pagare uno o più rate, determinando la reazione del fisco, che in questi giorni sta avviando centinaia di migliaia di pignoramenti sui conti correnti di chi non ha rispettato le scadenze della prima rottamazione. Anche nelle Marche le piccole aziende che hanno cercato di mettersi in regola e ci sono solo in parte riuscite si sono viste espropriare la liquidità giacente nei conti e, ancora più grave, hanno subito la revoca dei fidi e lo stop ai finanziamenti da parte delle banche. Una situazione disastrosa”.

“Per una terza categoria di contribuenti in arretrato con il fisco, dall’anno prossimo, ci saranno addirittura ulteriori vantaggi: sarà consentito infatti risparmiare oltre a interessi e sanzioni anche buona parte del debito. In sostanza – denunciano Comitas e Codacons – i contribuenti con arretrati hanno avuto tre trattamenti diversi“.

Per queste premesse, le due associazioni stanno studiando una azione collettiva contro Equitalia, alla quale potranno partecipare tutti i contribuenti e le piccole imprese delle Marche che hanno aderito alla prima rottamazione e non hanno pagato le relative rate, subendo il pignoramento o il blocco dei fidi.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!