MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Lavorare in stile: premiato il programma della Regione Marche per la salute al lavoro

Dodici aziende e oltre 4.500 lavoratori coinvolti per promuovere le "buone pratiche" nei luoghi di lavoro

1.286 Letture
commenti
Palazzo Regione Marche

Dodici aziende e oltre 4.500 lavoratori coinvolti per promuovere nei luoghi di lavoro le “buone pratiche” finalizzate al contrasto dei principali fattori di rischio delle malattie croniche non trasmissibili quali alcol, fumo, scorretta alimentazione, sedentarietà.

Sono i numeri del programma di Promozione della Salute nei luoghi di lavoro nella Regione Marche “Lavorare in stile” che, ad un solo anno dalla presentazione, è stato riconosciuto dal Comitato internazionale Workplace Health Promotion il in linea con la definizione europea della dichiarazione di Lussemburgo ed ha ottenuto l’autorizzazione all’uso del logo ENWHP (European Network For Workplace Health Promotion).

“Avviare e costituire nelle Marche una rete di imprese che promuovono la salute e il benessere dei lavoratori è uno degli obiettivi del Piano Regionale della Prevenzione – sottolinea l’assessore al Lavoro Loretta Bravi. Questo riconoscimento europeo è particolarmente importante anche perché è stato ottenuto grazie all’impegno e alla condivisione degli obiettivi da parte delle prime aziende ed enti che hanno aderito all’iniziativa regionale la cui attuazione rappresenta nei fatti un esempio di strategia trasversale secondo la logica della salute in tutte le politiche.

La chiave dei risultati ad oggi ottenuti sono da ricondurre alla collaborazione instauratasi tra i diversi servizi sanitari coinvolti e alla massima disponibilità di tutti gli attori di ogni singola ditta: datore di lavoro, responsabile sicurezza prevenzione e protezione, rappresentate dei lavoratori per la sicurezza e medico competente. L’auspicio è che sempre più aziende aderiscano all’iniziativa”.

Le aziende finora coinvolte sono: Optima Molliter, Ica, Ipr, Eurosuole, iGuzzini e Pasta di Camerino (in provincia di Macerata), Astaldi, Cnh, Trenitalia, Univpm, Comune di Falconara, INRCA (in provincia di Ancona). Al fine di sostenere il progetto e monitorare l’andamento delle buone pratiche è stato costituito un gruppo tecnico regionale composto da operatori (coordinatori e referenti) dell’Agenzia regionale sanitaria e dei Dipartimenti di Prevenzione delle cinque Aree vaste dell’ASUR.

I referenti, individuati su base territoriale, agiscono in coordinazione fra loro su indicazioni condivise all’interno del Gruppo tecnico e, nei confronti delle aziende, svolgono un ruolo di orientamento metodologico e organizzativo attraverso il sostegno all’azienda nel percorso sin dalla fase di pianificazione e valorizzazione delle opportunità aziendali comprese quelle già eventualmente in essere e un’offerta di informazioni sulle opportunità di accesso a servizi sanitari e socio sanitari disponibili sul territorio.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!