MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Por Marche Fesr 2014-2020: pervenute 94 domande sul bando per l’industrializzazione

Richiesti oltre 17 milioni di contributi per realizzare 45 milioni di investimenti.

1.023 Letture
commenti
Manuela Bora

Sono 94 i progetti pervenuti alla Regione Marche per beneficiare delle opportunità offerte dal bando “Ingegnerizzazione, industrializzazione dei risultati della ricerca e valorizzazione economica dell’innovazione”, scaduto l’8 maggio.

I contributi richiesti superano i 17 milioni di euro che serviranno per favorire oltre 45 milioni di investimenti negli ambiti della “specializzazione intelligente” individuati dalla Regione: domotica, meccatronica, manifattura sostenibile, salute e benessere.

Sono le sfide del futuro che dobbiamo affrontare per innovare il nostro sistema produttivo – chiarisce l’assessora alle Attività produttive, Manuela BoraPositivo è stato il riscontro alle opportunità offerte dal bando, segno di un dinamismo delle piccole e medie imprese marchigiane che chiedono di essere sostenute per innovarsi e affrontare le nuove dinamiche del mercato”.

L’assessora anticipa che “per far fronte alle ingenti richieste del territorio, la dotazione iniziale del bando, pari a 9 milioni, sarà integrata con risorse aggiuntive ottenute dalla riprogrammazione del Por Fesr 2014-2020 a seguito dell’evento sismico e destinate alle imprese con sede operativa localizzata nei comuni del cratere e di quelli limitrofi appartenenti allo stesso sistema locale”.

Il bando è prevalentemente volto a sostenere le attività di ingegnerizzazione e industrializzazione dei risultati della ricerca industriale e dello sviluppo sperimentale, permettendo alle imprese di incorporare le conoscenze e i risultati della ricerca nelle proprie applicazioni industriali. L’obiettivo è quello di innovare, in maniera sostanziale, prodotti e processi produttivi, determinando vantaggi competitivi di medio e lungo termine alle imprese marchigiane. Il bando prevede anche il supporto alle attività di verifica delle performance (test-prove-linee pilota) del prodotto o del processo produttivo e alle attività di commercializzazione del prodotto sul mercato, con particolare riferimento al miglioramento degli aspetti organizzativi e della logistica, alla riduzione del “time to market” (tempo intercorso tra l’ideazione e la commercializzazione di un prodotto), alla individuazione dei servizi aggiuntivi da offrire al consumatore finale e alla promozione del nuovo prodotto sui mercati di riferimento, sia nazionali che internazionali.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!