MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Marche, non si ferma lo sciame sismico: nuova scossa di magnitudo 3.6

La Procura di Macerata ha disposto dei controlli sui pensili 'crollati' nelle Sae di Muccia

1.643 Letture
commenti
Sismografo in azione

Non si ferma il riacutizzarsi dello sciame sismico che sta interessando il sud delle Marche. La terra torna a tremare nell’entroterra macerata anche nella giornata del 12 aprile.

Una nuova scossa di terremoto è stata registrata a Muccia alle 15,24. La magnitudo, secondo quanto riportato dal sito dell’Ingv, è di 3.6. L’epicentro è stato localizzato a due chilometri dal paese montano. Una sequenza iniziata la scorsa settimana e che ha avuto come scossa principale quella di 4.6 registrata all’alba del 10 aprile. Al momento non si segnalano danni a cose o persone. Diverse le segnalazioni pervenute anche ai Vigili del Fuoco.

Proprio in  merito ai danni procurati dal terremoto del 10 aprile la Procura di Macerata ha disposto dei controlli sui pensili ‘crollati’ nelle Sae di Muccia a seguito della scossa di magnitudo 4.6.

Disposte delle verifiche anche sul cedimento di un muretto di contenimento in un un’area delle casette. Ad effettuarli è la Guardia di finanza: i controlli rientrano nel fascicolo già aperto dalla magistratura sul reclutamento e sulla modalità di lavoro per la realizzazione delle Sae.

Il capo della Protezione civile regionale delle Marche David Piccinini aveva parlato nella giornata dell’11 aprile della necessità di rivedere “il fissaggio delle staffe dei pensili”, adatto ad una situazione di normalità, ma non alle sollecitazioni e al movimento legato ad una scossa sismica di quella portata.

Da un punto di vista pratico far saltare la staffa di fissaggio è un’operazione che richiede una forza spaventosa, forza che in effetti nelle aree epicentrali il sisma conferisce a quel tipo di masse” aveva detto, sottolineando la necessità di rivedere le circa 3.000 Sae ordinate.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!