Errore durante il parse dei dati!
MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Aumentano gli occupati di Legacoop Marche

Sono oltre 13.000 nelle 324 cooperative associate

Legacoop Marche

Quella di Legacoop Marche è una realtà economica e sociale in crescita. L’associazione conta oggi 324 cooperative associate con oltre a 13 mila occupati, con un aumento del +2,2%, 280 mila soci, determinanti le cooperative di consumo.

Un sistema che produce un fatturato che sfiora i 2 miliardi di euro i cui settori trainanti sono quelli delle cooperative sociali e di consumo e che deve tanto alla grande presenza femminile.

Il punto sulla realtà associativa e su un anno di cooperazione è stato fatto nel corso della direzione regionale di Legacoop Marche, alla presenza del presidente nazionale di Legacoop, Mauro Lusetti, in cui è stato presentato il bilancio di fine anno dell’organizzazione.

Un’occasione per analizzare lo stato delle cooperative associate, che ha visto una crescita del numero di cooperative, del valore della produzione e dell’occupazione, e per confrontarsi sulle azioni di solidarietà e di sviluppo nei territori colpiti dal sisma.

A tutto questo va affiancato l’incessante lavoro di contrasto alle false cooperative che creano un circolo vizioso in cui tutti perdono: le cooperative che operano nel rispetto delle regole, che si trovano progressivamente marginalizzate dal mercato, i lavoratori, che vedono ridursi i diritti e la dignità, e le imprese committenti che, per inseguire presunti risparmi di costo, finiscono per pagare costi sociali ed economici molto più alti.

Per questo Legacoop accoglie con grande favore l’approvazione dell’emendamento del Governo a favore della legge contro le false cooperative.

Nel confronto, sono state presentate alcune iniziative di attenzione e sostegno alle comunità e ai territori, tra cui il bando di Legacoop “Centro Italia Reload” per il rilancio economico delle aree colpite dal sisma 2016.

Confermata anche la forte azione di consolidamento della formula dei Workers Buyout come strumento di riattivazione di imprese in crisi da parte dei dipendenti, oltre alle operazioni di sviluppo, rafforzamento e fusione delle cooperative del territorio.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!