Errore durante il parse dei dati!
MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Giornata dell’Economia – Lodolini: “Rilanciamo il manifatturiero o le Marche non ce la fanno”

“I dati dicono che mentre l'Italia cresce all'1,5%, le Marche sono sotto l'1%, risultato peggiore anche di alcune regioni del sud"

Emanuele Lodolini

La 15° giornata dell’economia di Ancona organizzata dalla locale Camera di Commercio è stata l’occasione per fare il punto sulla situazione economica delle Marche e della provincia di Ancona.

I dati esposti da Gian Luca Gregori, pro rettore dell’Università Politecnica delle Marche hanno rilevato come l’economia nel nostro territorio non vada alla stessa velocità di quella nazionale e agganciare la ripresa per le imprese marchigiane richiederà ancora del tempo. “I dati dicono che mentre l’Italia cresce all’1,5%, le Marche sono sotto l’1%, risultato peggiore anche di alcune regioni del sud” – ha detto l’On. Lodolini, membro della Commissione Finanze della Camera intervenendo all’incontro. “Solo rilanciando il manifatturiero potremo migliorare le nostre performance utilizzando al meglio alcune opportunità. Tra queste c’è la flessibilità del lavoro, e ritengo che i voucher saranno strumenti indispensabili per regolare il lavoro occasionale ed evitare che alcune prestazioni si svolgano in nero”.

Nei giorni scorsi la manovrina che ha fatto ridurre il deficit di 0,2 punti di pil è diventata legge. “Non contiene aumenti di tasse ed anzi, tra le decisioni che mi paiono più significative – ha commentato il deputato anconetano – c’è il rafforzamento della lotta all’evasione dell’Iva tramite l’estensione dello split payment alle società della pubblica amministrazione ed a quelle quotate; lo stanziamento di ulteriori tre miliardi (uno l’anno dal 2017 al 2019) per accelerare la ricostruzione nelle zone terremotate che riguarda direttamente le Marche, e l’estensione al 100 per cento del turnover del personale nei comuni fino a 3 mila abitanti”.

Continuare nella battaglia per la flessibilità è oggi la vera sfida cruciale – ha concluso Lodolini –
continuando ad abbassare le tasse, semplificando il sistema e incoraggiando gli imprenditori veri, quelli che creano lavoro non quelli che speculano. Il made in Marche è un’eccellenza in tutto il mondo che va sostenuta ed incoraggiata e, attraverso una sinergia reale col mondo del credito, una reale innovatività nel modo di fare impresa ed approcciare il mercato, ritengo che le Marche potranno tornare ad essere quel modello vincente che è stato imitato per decenni”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!