Errore durante il parse dei dati!
MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

“Banda Ultra Larga fondamentale nella ricostruzione delle Marche post terremoto”

L'obiettivo resta la copertura del 100% del territorio entro il 2020: l'assessore Cesetti ha fatto il punto

internet, computer, web

“Investire nelle infrastrutture per la banda ultra larga, digitalizzazione e semplificazione dei processi amministrativi, costituisce una priorità per la Regione Marche, impegnata nella ricostruzione materiale ma anche immateriale e morale della comunità ferita dal sisma. Un percorso strategico fondamentale nel processo di ricostituzione della comunità”: così si è espresso l’assessore all’informatica, Fabrizio Cesetti, in apertura dell’incontro di giovedì 18 maggio ad Ancona con Comuni e le Province per condividere l’Accordo di programma per lo sviluppo della Banda Ultra Larga.

L’Agenda Digitale Europea e la strategia italiana hanno posto come obiettivo per il 2020 la copertura al 100% della popolazione marchigiana con servizi a banda ultra larga, mettendo in campo azioni, normative e fondi per avviare specifici interventi per ridurre il deficit infrastrutturale di cui risentono anche le Marche. “In sinergia con gli obiettivi comunitari e nazionali”, ha assicurato Cesetti, “la Regione persegue una sua strategia per lo sviluppo della banda ultra larga, che oggi assume una valenza decisiva nella ricostruzione post terremoto”.

“Per l’attuazione della prima fase della strategia di sviluppo della banda ultra larga – ha aggiunto Cesetti – la Regione Marche ha messo in campo 108,2 milioni di euro di cui 2,3 della riprogrammazione della vecchia programmazione FESR, 11.9 milioni FESR, 22 FEASR e 72 milioni FSC, questi ultimi assegnati alla Regione Marche sulla base di una ripartizione nazionale a seguito della approvazione della Delibera CIPE e alla sottoscrizione dell’Accordo Quadro per lo sviluppo della banda ultra larga sul territorio nazionale per diffondere la banda ultra larga nei distretti produttivi e nelle aree rurali entro il 2018”.

Nel corso della mattinata sono state illustrate le fasi di avanzamento delle gare per la stesura della fibra ottica, i conseguenti impatti operativi sulle amministrazioni comunali e provinciali.

Esposta in dettaglio la convenzione operativa che Comuni e Province sottoscriveranno per  velocizzare le fasi autorizzative e di esecuzione delle opere.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!