MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

“Le primarie hanno dimostrato la disaffezione delle Marche al Pd”

La senatrice Fabbri: "lo dicono i dati. Noi abbiamo sostenuto Orlando ma ora saremo leali, però serve un cambio di passo"

1.582 Letture
commenti
Camilla Fabbri

“Il 30 aprile è stata scritta una pagina di partecipazione democratica che nessun partito e nessun movimento, mi riferisco in questo caso ai Cinque stelle, hanno mai scritto. Ritengo però utile una riflessione”.

Lo scrive su facebook la senatrice del Pd Camilla Fabbri, coordinatrice regionale della mozione Orlando nelle Marche.

“Nel 2013 – prosegue- andarono a votare alle primarie circa due milioni e ottocentomila persone, oggi circa un milione e ottocentomila. Perdiamo più o meno un milione di voti. Il crollo della partecipazione nel centro Italia dice molto sulla disaffezione verso il Pd. La Regione Marche ha registrato un dimezzamento.Il partito – continua- non esce dai suoi confini di consenso, che anzi si restringono, pur concentrandosi intorno a Renzi, che non sa intercettare il voto dei giovani, come emerso anche nel referendum. Abbiamo promosso la candidatura di Orlando e adesso sosteniamo lealmente il segretario. Lo facciamo con la fiducia che Renzi realizzi un cambio di passo per quanto riguarda il contrasto alle disuguaglianze; la direzione del Pd perché sia collegiale e attenta ai territori; il superamento dell’idea che si possano vincere le elezioni proponendo un’alleanza strutturale con il centrodestra, quando dobbiamo invece puntare sull’unità del centrosinistra; la proposta di una legge elettorale che dia stabilità e superi i capilista bloccati. Per questo -conclude– la rete che abbiamo costruito per Andrea continuerà ad impegnarsi per il partito. Personalmente lo farò anche nell’Assemblea nazionale. Nelle Marche, nei prossimi giorni, il nostro Comitato si incontrerà per continuare il lavoro e l’impegno iniziati in questa fase congressuale”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!