MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

Referendum per i nuovi comuni: approvate le caratteristiche delle schede di votazione

La Regione sovrintende alle procedure referendarie, gestite dagli uffici comunali, e fornisce le schede per la votazione

1.989 Letture
commenti
Il Municipio del Comune di Senigallia

Vuoi che sia istituito un nuovo Comune mediante la fusione dei Comuni…” è l’enunciato delle schede di votazione per i referendum consultivi sulle proposte di legge regionale concernenti l’istituzione di nuovi Comuni a seguito di fusioni che consentirà ai cittadini di pronunciarsi.

I modelli e le caratteristiche delle schede di votazione sono stati approvati dalla Giunta riunita questa mattina e fanno riferimento all’istituzione dei nuovi Comuni mediante fusione dei Comuni di Pievebovigliana e Fiordimonte, dei Comuni di Barchi, Orciano di Pesaro, Piagge e San Giorgio di Pesaro e dei Comuni di Montemaggiore al Metauro, Saltara e Serrungarina. “L’adozione della deliberazione – specifica l’assessore agli Enti locali, Fabrizio Cesettiè necessaria per rientrare nel cronoprogramma dell’iter dei processi di fusione che consente la loro conclusione entro il 2016, come richiesto dai Comuni interessati e consentire loro di intercettare le incentivazioni di carattere finanziario e normativo a decorrere dal 2017. Il cronoprogramma prevede infatti tempi ristretti per raggiungere l’obiettivo della fusione che sosteniamo vivamente per la serie di vantaggi che porta con sé a favore dei cittadini”.

Il procedimento per la fusione dei Comuni è disciplinato dalla legge regionale 16 gennaio 1995 n. 10 (Norme sul riordinamento territoriale dei Comuni e delle Province nella Regione Marche). La scheda di votazione per i referendum consultivi dovrà rispettare alcune caratteristiche come il colore, azzurro e sfondo bianco nei riquadri interni, le dimensioni di 39×22 centimetri, e sarà piegata verticalmente.

Relativamente ai referendum indetti dalla Regione, come è il caso delle fusioni mediante istituzione di nuovi Comuni, la Regione sovrintende alle procedure referendarie, gestite dagli uffici comunali, e fornisce le schede per la votazione.

Il 13 novembre 2016 è la data fissata per il referendum delle fusioni di Comuni mediante istituzione di nuovi Comuni.

Per la fusione per incorporazione del Comune di Morro D’Alba nel Comune di Senigallia la data stabilita è domenica 23 ottobre 2016.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!