MarcheNotizie.info
Versione ottimizzata per la stampa

“La collaborazione tra Marche e Iran potrebbe portare vantaggi alla nostra Regione”

Il consigliere regionale del Pd Giancarli plaude all'indirizzo intrapreso dalla Giunta

1.349 Letture
commenti
Enzo Giancarli

Il consigliere regionale PD, Enzo Giancarli, plaude all’indirizzo intrapreso dalla giunta regionale sulla collaborazione tra Marche e Iran, come testimonia anche l’iniziativa sul tema organizzata dalla Regione il 10 maggio a Jesi.

Giancarli, fautore della mozione volta a favorire la sinergia tra le realtà iraniana e marchigiana, approvata dal Consiglio regionale ad ottobre, intravede in questi scambi grandi possibilità di crescita, economica e culturale.

“Parlare di collaborazione e relazioni con l’Iran assume oggi un particolare significato.E la giornata seminariale che la Regione Marche ha programmato per il 10 maggio a Jesi, dedicata proprio al mercato iraniano dopo l’Implementation Day dello scorso 16 gennaio, è motivo per me di grande soddisfazione, visto che mi sono già fatto portavoce dell’importanza di riaccendere i legami della nostra regione con la terra persiana”.

Così interviene il consigliere regionale PD, Enzo Giancarli, in vista dell’iniziativa regionale della prossima settimana dedicata alle opportunità e agli scambi con l’Iran, dopo la rimozione delle sanzioni economiche e finanziarie stabilita dal Consiglio delle Nazioni Unite ad inizio anno.

“Il Consiglio regionale delle Marche – evidenzia Giancarli – lo scorso ottobre ha approvato la mozione, che avevo presentato io stesso a luglio, che impegna la Giunta regionale a porre in essere tutte le misure politiche, legislative e istituzionali utili a riavviare ogni tipo di collaborazione tra Regione Marche e Iran.L’obiettivo è quello di ottenere una proficua riapertura dei rapporti economici e commerciali tra lo stato iraniano ed il dinamico mondo imprenditoriale della nostra regione, nonché incentivare il processo interculturale tra la popolazione iraniana e quella marchigiana, attraverso la promozione di eventi culturali di vario genere. Dunque, anche con l’iniziativa di Jesi, la Regione si sta muovendo nel verso giusto e ringrazio il presidente Ceriscioli per l’attenzione che pone su tale fronte.
Questo è un momento d’oro per le aziende europee ed italiane – sostiene Giancarli –, che, grazie all’abolizione delle sanzioni all’Iran stabilita in seguito alla firma dell’accordo internazionale di Vienna sul nucleare, hanno nuove opportunità nel mercato iraniano, quello cioè di un Paese di ottanta milioni di abitanti. Le elezioni di pochi giorni fa, inoltre, hanno portato nel Parlamento iraniano una maggioranza di “moderati-riformatori”, superando i “conservatori”, con l’elezione di diciassette donne, segni anche questi, seppur ancora con tante riserve, che siamo di fronte ad un Paese in trasformazione, cosciente della necessità di aprirsi a investimenti stranieri per riavviare la propria economia. Anche le Marche, quindi – conclude Giancarli –, potrebbero, non solo trarre vantaggio commerciale e culturale dalla collaborazione con l’Iran, ma anche essere protagoniste di quelle riforme economiche che la popolazione iraniana aspetta da tempo”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Marche Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!